Ennesima inadempienza del comune di San Giorgio.I due siti istituzionali non sono in linea con la normativa vigente in tema di trasparenza, partecipazione e accessibilità dei siti web delle Pubbliche amministrazioni.

Ennesima inadempienza del comune di San Giorgio.I due siti istituzionali non sono in linea con la normativa vigente in tema di trasparenza, partecipazione e accessibilità dei siti web delle Pubbliche amministrazioni.

Dal sito del Meet Up Amici di Beppe Grillo di San Giorgio del Sannio, riportiamo per il pubblico interesse e per la continuità con nostre preccedenti denunce a mezzo stampa, sulla inadeguatezza a termini di legge del sito istituzionale del Comune di San Giorgio del Sannio, il seguente intervento.

"Il Movimento Cinque Stelle ritiene che la trasparenza degli atti amministrativi e la partecipazione attiva dei cittadini alla gestione della cosa pubblica, siano i pilastri su cui si fonda il buon governo di una qualsiasi amministrazione pubblica. 

Pertanto, il MeetUp  Amici di Beppe Grillo di San Giorgio del Sannio ha protocollato il 29 agosto 2012 presso il Comune la richiesta che venisse data immediata risposta alle istanze dei cittadini giacenti da mesi presso il Comune: oggi siamo felici di poter comunicare che abbiamo ricevuto, per conoscenza, una comunicazione da parte del Prefetto di Benevento, dr. Ennio Blasco, in cui, “considerata l’importanza della tutela dei cittadini”, vengono chieste al Sindaco di San Giorgio del Sannio spiegazioni rispetto a quanto da noi richiesto.
In quella stessa istanza proponevamo di attivare, a costo zero, semplici strumenti per facilitare la comunicazione coi cittadini quali un account Facebook, Twitter e YouTube.
La risposta del Comune, come sospettavamo, non è finora arrivata, nel frattempo, però, a proposito di comunicazione coi cittadini, è stato messo on line il nuovo sito del Comune (anche se il vecchio non è stato ancora abbandonato, con il risultato di avere on line due siti più o meno fotocopia l’uno dell’altro non foss’altro che per la diversità della veste grafica).
Siamo andati a verificare se questo nuovo sito, che chissà quanto è costato e costerà ai cittadini tra realizzazione, messa on line, gestione e aggiornamento, fosse in linea con i principi dell’ open government in termini di trasparenza, partecipazione e attendibilità e per farlo, abbiamo utilizzato uno strumento fornito ai cittadini italiani dal Ministero della Pubblica Amministrazione e Semplificazione chiamato Bussola della Trasparenza dei Siti Web.
Inserendo nell’apposita finestra del sito  l’indirizzo web di entrambi i siti del Comune di San Giorgio del Sannio emerge un dato che fa riflettere: il vecchio sitohttps://www.comune.sangiorgiodelsannio.bn.it/ soddisfa solo 3 indicatori su 42, il nuovo sito,https://beta.comune.sangiorgiodelsannio.bn.it/,  invece, soddisfa 7 indicatori su 42.
Alcuni di questi indicatori che non sono stati utilizzati sono il segno tangibile dell’inosservanza da parte di questa amministrazione comunale delle norme relative alla trasparenza e alla partecipazione dei cittadini e la cosa importante è che la loro assenza è evidenziata non da cittadini improvvisamente impazziti o da folli oppositori politici e nemmeno dai sostenitori di quella famosa antipolitica tanto in voga in questi tempi, bensì da un sistema di monitoraggio e valutazione del rispetto delle linee guida dell’open government nelle pubbliche amministrazioni, realizzato e messo on line proprio dal Ministero per la Pubblica Amministrazione e Semplificazione.
E’ completamente assente, ad es., la pagina dell’URP, e non potrebbe essere altrimenti, dal momento che non ci risulta che al Comune di San Giorgio sia attivo un Ufficio di Relazioni con il Pubblico; sono completamente assenti link o pagine relative alla carta dei servizi erogati e alla qualità di questi servizi; sono completamente assenti i nominativi e i curricula dei dirigenti e dei titolari di posizioni organizzative, redatti in conformità al vigente modello europeo nonché i curricula e le retribuzioni di coloro che rivestono incarichi di indirizzo politico amministrativo nonché ancora le retribuzioni dei dirigenti, con specifica evidenza sulle componenti variabili della retribuzione e delle componenti legate alla valutazione di risultato; sono completamente assenti le pagine relative al Bilancio; è completamente assente una pagina relativa ai dati informativi sull’Organizzazione e i Procedimenti; è completamente assente la sezione relativa la conferimento di incarichi e consulenze; è completamente assente una pagina o un link relativo al “Programma Triennale per la Trasparenza”, come previsto dalla normativa di riferimento; etc.
Comprendiamo che il nuovo sito è ancora in versione beta, ovvero non è ancora nella sua forma definitiva, ciò non toglie, però, che in entrambi i siti del Comune di San Giorgio del Sannio le informazioni mancanti sono numerosissime e di grossa rilevanza ai fini della trasparenza e che gravi sono le responsabilità di un’amministrazione che mette on line un sito non rispettoso della noma vigente in tema di trasparenza nelle pubbliche amministrazioni
A tale proposito, ricordiamo al Comune e ai lettori che sono stabiliti per legge i dati minimi che devono essere presenti nei siti web delle Pubbliche Amministrazioni (art. 54 del Decreto Legislativo 7 marzo 2005, n. 82 "Codice dell''Amministrazione digitale"), che la legge sancisce il diritto costituzionale per tutti i cittadini di accedere ai servizi e alle informazioni all’interno dei siti web delle Pubbliche Amministrazioni (Legge 9 gennaio 2004, n. 4,  “Disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici”) e che la trasparenza è definita dalla normativa come  "accessibilità totale, anche attraverso lo strumento della pubblicazione sui siti istituzionali delle amministrazioni pubbliche, delle informazioni concernenti ogni aspetto dell'organizzazione, degli indicatori relativi agli andamenti gestionali e all'utilizzo delle risorse per il perseguimento delle funzioni istituzionali, dei risultati dell'attività di misurazione e valutazione svolta dagli organi competenti, allo scopo di favorire forme diffuse di controllo del rispetto dei principi di buon andamento e imparzialità. Essa costituisce livello essenziale delle prestazioni erogate dalle amministrazioni pubbliche ai sensi dell'art. 117, secondo comma, lettera m), della Costituzione" (art. 11 del Decreto Legislativo 27 ottobre 2009, n. 150).
 
Il MeetUp  Amici di Beppe Grillo di San Giorgio del Sannio, pertanto, ha ufficialmente chiesto, con istanza protocollata ieri 23/10/2012, al Comune di San Giorgio del Sannio che, in attesa che venga messa on line la versione definitiva del nuovo sito, che ci auguriamo sia finalmente completata in tutte le sue parti così come previsto dalla normativa vigente, venga aggiornata in tutte le sezioni mancanti la versione precedente del sito, al fine di raggiungere un livello di qualità, trasparenza  e attendibilità quanto meno sufficiente e rispettoso delle Linee Guida per i Siti Web della Pubblica Amministrazione.
Contestualmente, il MeetUp  Amici di Beppe Grillo di San Giorgio del Sannio comunica di aver inviato opportuna segnalazione a riguardo sia all’Ispettorato per la funzione pubblica - Servizio per l'attività di vigilanza sulle pubbliche amministrazioni sia alla Commissione per la Valutazione, la Trasparenza e l’Integrità delle amministrazioni pubbliche."
 
 
In attesa che il meet up renda disponibili a chiunque la nota di riscontro del Prefetto di Benevento in merito all'obbligo del Comune di rispondere alle istanze dei cittadini, pubblichiamo anche sul nostro blog, la richiesta ufficiale del meet up al Comune.
 
"L’art. 8 del Testo Unico degli Enti Locali (DECRETO LEGISLATIVO 18 agosto 2000, n. 267) al comma 3 recita: Nello statuto devono essere previste forme di consultazione della popolazione nonché procedure per l'ammissione di istanze, petizioni e proposte di cittadini singoli o associati dirette a promuovere interventi per la migliore tutela di interessi collettivi e devono essere, altresì, determinate le garanzie per il loro tempestivo esame.
 
Premesso che lo Statuto del Comune di San Giorgio del Sannio pare non contenga riferimenti  rispetto alle garanzie spettanti ai cittadini relativamente al tempestivo esame delle loro istanze, richieste e proposte, il Forum Civico Cittadini in MoVimento - MeetUp Amici di Beppe Grillo di San Giorgio del Sannio
 
 
CHIEDE
 
 
  • che tali garanzie, in particolare per quanto riguarda i tempi certi della risposta, vengano PRONTAMENTE determinate e specificate nello Statuto nonché comunicate con tempestività ai cittadini
 
  • che venga data IMMEDIATA risposta alle istanze dei cittadini giacenti da mesi presso chissà quale cassetto di chissà quale ufficio del Comune(risale a febbraio la nostra richiesta, nell’ambito dell’iniziativa “m’illumino di meno” di attivare negli uffici comunali buone pratiche per il risparmio energetico, di realizzare un progetto per il risparmio energetico e per il contenimento dell’inquinamento luminoso sull’impianto di pubblica illuminazione della città e un progetto per rendere autosufficienti dal punto di vista energetico tutti gli edifici di proprietà del Comune, con particolare riferimento alla casa comunale e alle scuole; risale a marzo la nostra istanza sull’esito dei protocolli d’intesa con la Provincia di Benevento relativamente alla produzione di energia da fonti alternative; risale a maggio la nostra istanza contenente proposte sulla partecipazione dei cittadini, sul consumo del territorio e sull’IMU; etc)
 
  • che vengano attivati a costo zero semplici strumenti per facilitare la comunicazione coi cittadini quali un account FacebookTwitter e YouTube : una pagina Facebook, complementare al sito web del Comune, per poter raggiungere tutti gli utenti connessi al famoso social network; Twitter coi suoi messaggini brevi per permettere ai followers di seguire le iniziative del Comune, sfruttando l'immediatezza della comunicazione in tempo reale; un canale YouTube  per informare, in forma multimediale, sull'attività dell'Amministrazione comunale. L'aggiornamento di questi strumenti dovrebbe essere a carico degli Assessori ed essere a disposizione dei responsabili degli uffici del Comune per eventuali comunicazioni coi cittadini. Tale formula è stata attuata con successo in tantissimi Comuni d’Italia, in particolare da quelli amministrati dal MoVimento 5 Stelle, e permette un collegamento diretto dei cittadini con i propri amministratori nonché la drastica riduzione del consumo di carta, inchiostro per stampanti, energia elettrica, buste da lettera, francobolli, fax, fotocopie, e quant’altro con conseguente risparmio economico per le casse comunali. A tale proposito, suggeriamo di leggere questo articolo “Amministrazioni e cittadini 2.0: quale dialogo?”  sul sito del Forum sulla Pubblica amministrazione (FORUMPA.IT)."

 

Il discorso rende imprescindibile il quesito , più volte da noi sollevato, su quanto sia conforme al D.Lgs.267/2000 lo statuto comunale e cosa ne è dei Regolamenti di Attuazione delle forme di partecipazione menzionate all'art.9 dello stesso, tra cui il Referendum Popolare.

Come Comitato abbiamo protocollato una formale istanza, indirizzata per conoscenza alla Prefettura, (oltre che alla opposizione consiliare) con cui chiediamo copia del Regolamento di Attuazione del Referendum.

I tempi previsti dalla legge 241/90 per la risposta stanno per scadere.

 

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...