A proposito delle prossime elezioni comunali a San Giorgio del Sannio. La posizione del Comitato.

Come ben sapete a San Giorgio del Sannio il prossimo anno ci saranno le elezioni comunali.
Siamo tutti schifati dal decennio del triumvirato Nardone-Pepe-Ricci con la sua coorte di intrallazzini nullafacenti e nullapensanti per la comunità, per il bene pubblico di tutti e non solo per l'interesse di pochi soliti noti.
Il bilancio è pesantemente negativo:la gestione della res publica è stata mafiosa e privatistica; non hanno creato un solo posto di lavoro, anzi molti sono andati a farsi benedire nella totale noncuranza delle istituzioni comunale e provinciale (vedasi il licenziamento collettivo dei dipendenti della Telsey s.p.a. al Centro di Eccellenza Informatica) ed intanto hanno continuato a cementificare...
Nelle stanze del potere cominciano i giochi per la corsa alla stanza dei bottoni e del malaffare, e per prendere per i fondelli l'elettorato.

Voi chi vorreste come prossimo Sindaco di San Giorgio ?
Vittoria Giunti e Anna Kuliscioff purtroppo sono morte, ma non la loro eredità.

Non pensiamo a figure femminili inesistenti  nel concreto ma a figure di sesso femminile che hanno partorito e formato maschilisti di cartapesta e consoni, utili idioti e portaborse ed opinionisti del potere !

Potete indicare chiunque, non necessariamente deve essere di San Giorgio del Sannio...

Ma,  ricordate: per il momento abbiamo solo una bicicletta, questo Comitato, ma ci basta e avanza.

E con quella bicicletta pedaleremo !

Almeno non va a benzina, ovvero, fuor di metafora, non si accoda al potente di turno, non salta sul carro del vincitore !

E con quel poco  che siamo,  stigmatizzeremo tutti coloro che saliranno sul carro dei vincitori con disinvoltura, senza tenere nel debito conto quelli che sono i principi di dignità personale, la gente che sarà disposta a vendere il proprio vissuto, la propria personalità, in un'aspettativa magari di lavoro e di beneficio egoistico-individuale, che la politica pòtrebbe  riconoscere a quello che è il cliens ultimo arrivato.

Ma non avremo solo il coraggio di contrapporci alle "migrazioni" dei cittadini che millantando il bisogno, si spostano sul carrozzone del nuovo vincitore, ma metteremo in dubbio anche la presunta "autorevolezza" del candidato o del potente di turno, che pensa di utilizzare il potere non per raggiungere il fine del bene pubblico, l'interesse collettivo, ma per realizzare i propri bisogni.

Questo è lo spirito che ci anima e con questa umile bicicletta pedaleremo !

Le scelte di dignità sono scelte di vita e  se davvero si  vogliono.... si possono fare!

 

La coordinatrice del Comitato

Rosanna Carpentieri

 

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...