Sindaco Ricci o si attiene alle leggi rispettando la magistratura e la volontà popolare o si dimette !Diffida di Cittadini in MoVimento sulla questione amianto

26.05.2012 19:38

 

 

AL SINDACO DI SAN GIORGIO DEL SANNIO
Claudio RICCI
ALL'ASSESSORE ALL'URBANISTICA
Felice BARRICELLA
AI GRUPPI DI OPPOSIZIONE CONSILIARE
"NUOVA SAN GIORGIO" E "LIBERA...MENTE"
AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE
e p.c.
AL PREFETTO DI BENEVENTO
ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO
IL TRIBUNALE DI BENEVENTO
Oggetto: ATTO DI SIGNIFICAZIONE E DIFFIDA RELATIVO AGLI INTERVENTI SULL’
AREA EX UFFICIO POSTALE, CONTAMINATA DA AMIANTO, DI PROPRIETA' DEL
COMUNE
Premesso che nel mese di settembre 2011 e successivamente a più riprese l'amministrazione
comunale guidata dal sindaco Ricci intraprendeva ed ultimava un'incauta demolizione del
prefabbricato ex Poste spa contenente notoriamente amianto come da varie certificazioni
dell'Agenzia Regionale Protezione Ambientale, e ciò nonostante, l'ecomostro (già abbandonato
da Poste nel lontano 1997) veniva inspiegabilmente acquisito al patrimonio comunale nel
2004 ; con quale contropartita per l'Ente ?
premesso che il Forum Civico Cittadini in MoVimento verso San Giorgio a 5 Stelle ed il Comitato
Cittadini per la Trasparenza e la Democrazia hanno immediatamente sporto denuncia,
deferendo all'Autorità Giudiziaria, quale committente della demolizione, l'intera amministrazione
comunale tra cui l'assessore all'urbanistica, il responsabile apicale dell'Ufficio Tecnico ed il
sindaco Claudio Ricci, per disastro ambientale dovuto alla inosservanza del basilare principio di
precauzione e dell'intera normativa prevista a tutela della salute pubblica in materia di amianto
ed altre ipotesi di reato tra cui il traffico illecito di rifiuti tossici
DIFFIDIAMO
il sindaco Ricci e l'Amministrazione Comunale in carica
ad astenersi dal porre in essere qualunque arbitraria iniziativa (è su tutti i giornali
locali a ritmi martellanti la notizia che dovrebbero essere completati entro giugno prossimo i
lavori di “riqualificazione del sito” per realizzare, ahinoi, in mezzo all'amianto, un giardino per
anziani e bambini, sic) concernente l'area ex ufficio postale contaminata da amianto -
di cui reiteriamo l'istanza di sequestro - non prima che siano concluse le indagini preliminari
della Magistratura con l'esercizio dell'azione penale o la richiesta di archiviazione, come
l'ordinamento giuridico esige, e, comunque, non prima che organi scientifici terzi ed
imparziali abbiamo certificato in maniera inequivocabile l'assenza di pericolo per la
salute pubblica e l'ambiente!
Noi non consentiremo che con un'operazione “burlesque” uno scempio ambientale pericoloso
per la salute pubblica venga definito "riqualificazione urbana", così come non consentiremo che
il termocancrovalorizzatore previsto per la intangibile piana di San Giovanni venga definito
termovalorizzatore!
CHIEDIAMO CATEGORICAMENTE
all’Amministrazione Comunale
di consultare la cittadinanza con apposito referendum relativamente alla sorte del terreno di via
De Gasperi e di cogliere questa occasione per regolamentare, nelle more delle determinazioni
dell'Autorità Giudiziaria, all’interno dello Statuto Comunale e con Regolamenti attuativi, gli
istituti di democrazia diretta e di partecipazione popolare (referendum abrogativo e consultivo,
bilancio partecipato, petizioni etc.) giacchè lo Statuto del Comune di San Giorgio del
Sannio è fuorilegge dal 2000, ovvero da ben dodici anni, in quanto non conforme alle
prevalenti finalità della legge 267/2000;
di dare corso, ove mai il sindaco non rassegni le dimissioni e il Comune scelga di perseverare
nell'incredibile e peregrina tesi dell'essere stato "ingannato e truffato da Poste" e della
ignoranza da parte dell’Ente della presenza del materiale killer nel prefabbricato abbattuto, a
causa dell’omessa informazione da parte di Poste, ASL e ARPAC in fase di cessione-vendita , a
tutte le consequenziali e coerenti azioni legali avverso Poste Italiane, ASL e ARPAC , così
come d’altra parte preannunciato dal sindaco nel consiglio comunale dello scorso 30 settembre
2011.
Per Cittadini in MoVimento – Verso San Giorgio a 5 Stelle
Rosanna Carpentieri
 
INFORMAZIONE SULLA INFORMAZIONE:
 
Lunaset :

Sito con amianto in via De Gasperi, la diffida dei comitati a San Giorgio del Sannio

Grande attenzione nei confronti dell'area contaminata. La richiesta: si lasci completare le indagini della Magistratura

NTR24:

Amianto all'ex Poste di via De Gasperi: il Comitato Cittadini per la Trasparenza diffida il sindaco Ricci

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...