Segnalazioni sprechi al governo

08.05.2012 16:55

 

Siamo ridotti veramente male. Sembrava che nulla potesse superare la
figuraccia di Bossi e del suo cerchio magico, beccati con le mani nel
sacco del finanziamento pubblico al partito. E invece questa mattina
è arrivata una notiziola piccola piccola, di quelle che a volte
sfuggono agli occhi disattenti dei lettori. La commissione istituita
per legge all'unico scopo di comparare gli stipendi dei nostri
politici e amministratori a quelli dei loro colleghi europei ha
gettato la spugna. Compito impossibile, per tutta una serie di motivi,
che gli esimi studiosi guidati dal presidente dell'Istat Giovannini
hanno spiegato così: "Nonostante l'intenso lavoro svolto nei mesi
scorsi, i vincoli posti dalla legge, l'eterogeneità delle situazioni
riscontrate negli altri Paesi e le difficoltà incontrate nella
raccolta dei dati non hanno consentito alla Commissione di produrre i
risultati attesi".
 
Proviamo a tradurre, ove si consideri che stiamo parlando di scienza
statistica applicata alle concretissime realtà di buste paga,
rimborsi e contributi previdenziali. Ci avete chiesto una cosa
impossibile. Intanto perché non è possibile mettere a confronto
realtà abissalmente diverse come l'Italia e il resto d'Europa. Poi
perché avete creato leggi così complicate e contraddittorie che
neppure noi siamo stati in grado di capirle. Infine perché avete
completato l'opera nascondendoci i dati richiesti.
 
I commissari, prudenti per natura, non dicono chi, come e per quale
motivo abbia fatto tutto ciò. Però non hanno voglia di passare per
fessi, e invitano la politica ad assumersi le sue responsabilità.
 
E qui arriva il bello, perché Monti e i suoi tecnici, non paghi
delle figuracce raccattate nelle ultime settimane ogniqualvolta sia
stato necessario far di conto e legiferare in modo coerente, questo
invito lo accettano, ma a modo loro, con una esilarante notarella in
cui promettono di "proseguire nell'azione di razionalizzazione dei
trattamenti retributivi in carico alle pubbliche amministrazioni, e di
completare il percorso previsto dal decreto Salva Italia per il
contenimento delle retribuzioni dell'alta dirigenza nei limiti del
tetto previsto".
 
Caro Monti, non faccia finta di non capire. La commissione non le ha
chiesto quel che farà nei prossimi mesi, se la pazienza degli
italiani glielo consentirà. 
Le ha chiesto, banalmente, di fare una
volta per tutti chiarezza su quel che guadagnano al netto delle
ruberie i politici italiani. 
Categoria di cui lei fa parte, se non andiamo errati, a vita.
 
#######################################

Alla attenzione del commissario Bondi:

Spese militari: 23 miliardi di euro nel 2011.

Guerra in Afghanistan: oltre 760 milioni in un anno.

Acquisto degli F-35: 15 miliardi nei prossimi anni.

Parata militare del 2 giugno: 10 milioni di euro nel 2011.

Le segnaliamo questi sprechi.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...