Ripresa demolizione edificio ex Poste. “CittadiniInMovimento”: “Come si può demolire un edificio se ci sono ancora indagini in corso?”

21.03.2012 16:55

cittadini-in-movimento-4-ter

Da Elvira Santaniello, Francesca Maio e Rosanna Carpentieri, componenti e rappresentanti di “Cittadini in MoVimento – verso San Giorgio a 5 stelle”, riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa sulla ripresa dei lavori di demolizione alle ex Poste di San Giorgio del Sannio:
“Stamattina verso le 8.30 sono ricominciati i lavori di demolizione dell’edificio ex Poste di San Giorgio del Sannio.
Su quest’edificio già da mesi sono stati aperti fascicoli di indagine da parte della magistratura sulla base di esposti-denuncia di “Cittadini in MoVimento verso San Giorgio a 5 Stelle” e di cittadini residenti in area limitrofa all’edificio stesso.

Abbiamo chiamato i Carabinieri della locale stazione, i NOE di Napoli, la polizia ambientale, l’ARPAC, ma nessuno ci ha detto se la magistratura è stata informata di questa nuova demolizione tutt’ora in corso.
Anzi, da quanto abbiamo capito, sembrerebbe che sia un atto discrezionale da parte dell’autorità di polizia territoriale quello di avvertire la magistratura e che, finora, tale comunicazione non ci sia ancora stata.

Ci chiediamo: se ci sono delle indagini in corso e dei fascicoli aperti in procura, si può procedere ad una demolizione senza che il procedimento sia chiuso e si sia dichiarata l’assenza di pericolo?
Con questa nota stampa vogliamo comunicare alla cittadinanza e agli organi competenti quanto sta accadendo e vorremmo soprattutto avere risposte, dal momento che la demolizione in corso, con enorme dispersione di polvere e pulviscolo, è potenzialmente molto dannosa per l’ambiente circostante e per i residenti nell’area.
In questo momento siamo sul posto per documentare con foto e video l’accaduto e ci riserviamo di inviare aggiornamenti sulla situazione nel corso della giornata”.

 

Leggi anche:

 

Amianto.Il Comune di San Giorgio bypassa le indagini in corso della Magistratura di Benevento?

 

Archiviato in AnticamorreNazionaleNotizie

Circola su Internet il seguente appello di un comitato civico.

“”SOS. DA STAMANE IL COMUNE DI SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN) HA RIPRESO  EX ABRUPTO I LAVORI DI DEMOLIZIONE DELL’UFFICIO POSTALE PREFABBRICATO DI VIA DE GASPERI INTERESSATO DA AMIANTO, MALGRADO CI SIA UNA INDAGINE DELLA MAGISTRATURA IN CORSO.

DAI COLLOQUI INTERCORSI CON LA CASERMA DI SAN GIORGIO ED IL CORPO FORESTALE DELLO STATO (quest’ultimo titolare di indagini delegate) E’ EMERSO CHE LA MAGISTRATURA NON E’ STATA ANCORA INFORMATA SULLA INIZIATIVA ODIERNA DEL COMUNE.

AIUTATECI A FAR FERMARE I LAVORI FINCHE’ LA VERITA’ NON SIA ACCERTATA DALLE AUTORITA’ GIUDIZIARIE COMPETENTI.

C’E AMIANTO CRISOTILO NELLA STRUTTURA DI ITALPOSTE !
COSI’ NON SI FA ALTRO CHE FAR SCOMPARIRE IL CORPO DEL REATO. IL LUOGOTENENTE DI SAN GIORGIO SECONDO QUANTO RIFERITO DALLO STESSO, RITIENE NON DOVERSI PROCEDERE A SEQUESTRO DELL’AREA IN QUANTO NON CI SAREBBE SECONDO LUI REATO.

E IL PERICOLO DI DISPERSIONE DI AMIANTO? L’ATTENTATO ALLA SALUTE PUBBLICA? IL DISASTRO AMBIENTALE SU CUI STA INDAGANDO LA MAGISTRATURA?

FATE GIRARE E CERCATE DI FAR ARRIVARE QUEST SOS AL TRIBUNALE DI BENEVENTO:

NON E’ POSSIBILE CHE IL LAVORO IN ITINERE DELLA MAGISTRATURA VENGA ANNICHILITO DALL’ENTE COMUNALE IL QUALE E’ STATO DENUNCIATO ED E’ SOTTOPOSTO AD INDAGINI !

 

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...