Le aggregazioni tra criminali, affaristi senza scrupolo, politici e funzionari collusi espellono da Benevento il magistrato Antonio Clemente

29.08.2013 19:42

I "grumi di malaffare" espellono da Benevento il magistrato Antonio CLEMENTE

Oggi il dottor Antonio Clemente (il magistrato più impegnato nella lotta al malaffare presso la procura di Benevento, città tranquilla e corrotta) ha lasciato il suo incarico di Sostituto Procuratore della Repubblica di Benevento (ha chiesto il trasferimento) e dopo le ipocrite frasi di ringraziamento per l’operato svolto, molti amministratori e funzionari pubblici, imprenditori e delinquenti a vario livello, tirano un sospiro di sollievo.
Antonio Clemente
Quel magistrato ha condotto indagini delicate (otto anni di inchieste, da quella dei Mastella alle inchieste sui rifiuti) che hanno fatto tremare i palazzi del potere compreso lo stesso Tribunale per la presenza di diversi “operatori di giustizia” abituati ad atteggiamenti più morbidi nei confronti dei potenti di questa provincia.
Anche per questo motivo la lotta alla corruzione che Antonio Clemente ha condotto con grande impegno, ha prodotto risultati straordinari per questa provincia ma certamente non sufficienti a contrastare quei “grumi di malaffare”, cioè quelle aggregazioni  tra criminali, affaristi senza scrupolo, politici e funzionari collusi,che condizionano di fatto il governo di questa città e della intera provincia.
Antonio Clemente ha chiesto di essere trasferito a Roma dopo aver subito attacchi e denunce con i conseguenti procedimenti dinanzi al CSM e alla Procura Generale. Lo hanno denunciato il sindaco di Montesarchio, per presunta inimicizia familiare, Michele Spina e Maurizio Ionico, che ancora si professano imprenditori, per presunto accanimento giudiziario nei loro confronti e infine Clemente Mastella che addirittura lo ha accusato di concussione.
 
Il magistrato a seguito di ripetute indagini sul suo operato, è stato completamente prosciolto dalle accuse infamanti che però sono servite ad evitare che egli indagasse ancora sulle attività dei denuncianti e che svolgesse il compito di Pubblico Ministero nei processi che vedono imputati Clemente Mastella e la sua famiglia.
Adesso sarebbe doveroso il commento dell’ex ministro della Giustizia Mastella, attuale componente della Commissione Antimafia del Parlamento Europeo (!!!).
Antonio Clemente va ad occuparsi di grande corruzione  a livello nazionale e del riciclaggio di denaro sporco mentre il Tribunale di Benevento, nonostante gli sforzi del Procuratore Capo, Giuseppe Maddalena tornerà ad essere il “porto delle nebbie” per le troppe incompatibilità ambientali sulle quali il CSM non si decide ad indagare e l’ignavia di buona parte dei giornalisti locali.
 
Questo il testo della lettera inviata ai giornali locali con cui il dott. Clemente ha ritenuto di salutare i cittadini sanniti.
 
"Gentili direttori, come è noto, mi accingo a prendere servizio presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Roma, lasciando quella di Benevento dopo quasi otto anni di lavoro.

Vorrei salutarvi e ringraziarvi per la vostra attenzione e vorrei salutare e ringraziare i cittadini sanniti.

Credo che sia un bene per un magistrato fare nuove esperienze professionali ed arricchire i propri orizzonti e perciò ho preso questa decisione.

Per prima cosa intendo ringraziare il Procuratore della Repubblica Maddalena, quei validi colleghi, il personale amministrativo dell’ufficio, i consulenti, quegli ufficiali di Polizia Giudiziaria che hanno collaborato con me e che hanno reso possibile, insieme, il raggiungimento di importanti obiettivi a difesa della legalità.

Questo a dimostrazione che la battaglia per la legalità non è individuale e non può essere affidata solo a poche persone. Dietro inchieste più o meno rilevanti vi è sempre e vi deve essere un necessario gioco di squadra, non solo da parte della magistratura e delle Forze dell’ordine. Per la legalità si vince o si cade tutti insieme.

Senz’altro oltre ai processi (per i quali andrebbe almeno bloccata la prescrizione dei reati) occorrerebbe ben altro (meglio la prevenzione con il lavoro, lo sviluppo ecc.. che la repressione penale che dovrebbe essere l’estremo rimedio) ma queste sono valutazioni e decisioni che attengono soprattutto alla politica.

Proprio per questo a chi mi ha scritto che alla fine anche il lavoro della magistratura sarà vano perché poi gli stessi protagonisti coinvolti in indagini li ritroviamo per altri appalti, ribadisco che la magistratura e le forze di Polizia da sole non possono salvare questo nostro Paese,ciascuno deve fare la propria parte ed in primis la politica e le istituzioni.

Certo applicare la legge, assicurare il servizio giustizia è difficile, ho cercato di svolgere la mia delicata funzione nel migliore dei modi, con i limiti umani e con le risorse disponibili, seguendo solo la mia coscienza e facendo il mio dovere di cittadino e di magistrato.

Ho sempre pensato che la legalità è un bene di tutti, deve convenire a tutti, deve essere difesa da tutti perché senza di essa, è in pericolo il nostro futuro ed il futuro di coloro che ci seguiranno.

Nelle democrazie del nord Europa ove i tassi di corruzione e di illegalità sono bassi, a livello fisiologico, vi è sviluppo anche economico e vi è una buona qualità della vita. Laddove invece il tasso di corruzione, di evasione e di illegalità è elevato, come da noi, la qualità della vita è bassa, ci sono grosse ingiustizie e molti giovani fuggono per portare intelligenze ed energie altrove.

Questo per dire che la legalità paga sempre, non è un discorso astratto, e dunque va incoraggiato e non svilito il lavoro di chi (magistrati, PG, esponenti istituzionali, cittadini ecc..) si batte per la legalità e per assicurare un vivere civile.

Sono convinto che il mio lavoro potrà proseguire bene e potrà essere migliorato da altri, anche perché numerose energie positive vi sono ed arriveranno in questa nostra provincia.

Il Sannio (e l’Italia) può farcela, se siamo tutti uniti, verso un fine comune di legalità, giustizia e sviluppo.

Vi assicuro che da cittadino sannita continuerò sempre a seguire ed a fare qualcosa di utile per questa nostra terra".
 
 
 

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...