La mozzarella blu fatta e conservata con acqua non potabile

18.02.2011 17:51

La mozzarella blu non è made in Germania e non è stato un caso isolato. Acqua contaminata da batteri, residui di piombo e schifezze varie sono le ragioni della colorazione anomala e molti altri danni della italianissima e nordica mozzarella imbustata.

In 7 confezioni di mozzarella per ogni 10 controllate sono stati rinvenuti batteri di pseudomonas fluorescens e bacillus cereus, che provocano la mozzarella blu ma non sono nocivi per la salute, ma anche enterobatteri, escherichia coli, stafiloccocus aureus, e salmonella, che possono invece creare disturbi seri e intossicazioni. Si tratta dei risultati emersi dalle prime indagini svolte dal pm Guariniello della Procura di Torino su un centinaio di caseifici piemontesi.

Ma questa è solo la punta di un iceberg che abbatte la vanagloria di ristoranti che, nel periodo dell'allarme diossina, affermavano con orgoglio “qui solo mozzarella piemontese” come presunta e oggi confutata garanzia di qualità. Perché quando c'è stato il falso allarme diossina, poi confutato da indagini a tappeto, la Campania ha risposto all'appello con trasparenza, correttezza, pulizia e garanzia di qualità della mozzarella di bufala DOPOggi i giornali ne parlano sottovoce, solo sull'edizione locale, come se fosse un segreto di stato che è meglio non rivelare a orecchie indiscrete.

Ne potrebbe venir danneggiata l'immagine della prima capitale d'Italia che con trepidazione continua il conto alla rovescia per i festeggiamenti dell'anniversario nazionale... I fatti, però, restano. E le conseguenze procedono su due binari:

1.      Il rapporto è stato subito inviato per conoscenza al Ministero della Salute, e intanto in procura continuano ad arrivare sempre nuovi casi di mozzarelle blu.

2.      In questi giorni sono dunque partite le prime verifiche tra i 722 stabilimenti piemontesi che producono formaggi (esclusi i piccoli caseifici di alpeggio). Il problema più comune, secondo i pm, deriva dal fatto che le aziende, per risparmiare, utilizzano non l’acqua potabile, ma quella dei pozzi, che può essere però facilmente inquinata da batteri, oppure da diserbanti e pesticidi che filtrano nel terreno.

3.      la competenza delle verifiche spetta alle Asl, ma sinora non sono mai state effettuate. Il ministero ha inviato una lettera di sollecito agli assessorati regionali ma intanto la procura ha deciso di ovviare alla mancanza cominciando le ispezioni tramite la polizia giudiziaria e i carabinieri dei Nas.


 

 

Se la Granarolo, definita dal suo presidente Giampiero Calzolari “la più bella azienda casearia italiana”, sapeva che non tutto funzionava alla Milchwerk Jager Gmbh, società tedesca coinvolta nel recente scandalo della mozzarella blu, tanto da scriverlo su documenti appena scoperti dagli investigatori di Raffaele Guariniello — il pm di Torino che indaga sul caso — non doveva più comprare dai tedeschi il formaggio a pasta filata rivenduto in Italia come provola dolce, proprio col marchio Granarolo. Invece, lo ha fatto ininterrottamente dal 2006 fino al 15 luglio scorso, quando era già iniziato lo scandalo delle mozzarelle blu, contaminate dal batterio pseudomonas fluorescens perché prodotte dalla Milchwerk Jager Gmbh usando ACQUA DI FOGNA. Nonostante le segnalazioni ricevute da maggio 2010 che lamentavano la presenza di muffe nel prodotto. E la giustificazione data agli investigatori: “era troppo difficile trovare un altro fornitore”, non è che sia stata molto convincente. Ora, siccome da quando, un mese fa, si è iniziato a parlare di mozzarelle blu, l’unica consolazione cui ci siamo aggrappati è stata che dopotutto si trattava di prodotti tedeschi, spero proprio che la Granarolo dica il vero quando afferma perentoria che “se sulla confezione c’è scritto ’solo latte fresco italiano’ significa che il latte è esclusivamente italiano”!  Parliamo di un vanto della produzione alimentare made in Italy, un’azienda orgogliosa della sua attività e famosa per la sicurezza dei suoi prodotti. Riconoscere che la catastrofe della mozzarella blu non è una questione di Italia contro Germania ma la solita vicenda di furbetti del formaggino, o se preferite, di frode in commercio, sarebbe molto seccante..... 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...