Illegalità edilizie e anomalie degli organi inquirenti a S. Giorgio del Sannio

01.02.2012 20:53

Illegalità edilizie e anomalie a S. Giorgio del Sannio

Come è possibile che di un immobile platealmente abusivo (come risulta da una qualunque superficiale ispezione degli elicotteri delle forze dell'ordine) e denunciato come tale alla Magistratura di Benevento, venga certificata la regolarità edilizia da parte del funzionario pubblico comunale (responsabile apicale dell'Ufficio Tecnico) senza che costui venga incriminato quanto meno per falso ideologico e abusivismo edilizio in concorso con il proprietario?
E la magistratura beneventana destinataria della denuncia stessa cosa aspetta a porre sotto sequestro quel "cemento selvaggio", oltretutto lesivo degli altrui diritti di proprietà, a ordinarne la demolizione e a denunciare la ditta proprietaria, Immobiliare Sannita s.r.l.?

Come è possibile che la magistratura beneventana abbia tenuto nel dimenticatoio per anni una regolare e formale DENUNCIA ?

Lo avrebbe fatto se fosse stato coinvolto un quisque de populo e non il beneventano Barletta ???
Come mai a Capri scatta immediatamente la denuncia a carico del Comune per la casetta abusiva intorno al pino secolare e a San Giorgio del Sannio non ci sono occhi e norme da far rispettare per un eclatante ecomostro, ma una ragnatela di escamotages in frode alla legge per la sanatoria ad personam ovvero per non recare un torto o uno "sgarro" al facoltoso privato di spicco che ha usato il potere e l'influenza derivante dai soldi per ottenere la prostituzione della funzione pubblica ad interessi e favori privatistici ?
I Carabinieri di San Giorgio del Sannio cosa davvero fanno nel paese delle anomalie, della "mafia"in tutte le sue declinazioni istrioniche ed altolocate e del "malaffare"?
Quando sarà ripristinato un minimo di legalità e normalità in questo Comune?

Il responsabile apicale dell'UTC certifica la conformità dell'ecomostro ai titoli autorizzatori comunali...Ma i titoli autorizzatori rilasciati dal Comune a Barletta sono conformi alla disciplina urbanistica ed edilizia vigente ???

 

Seguono altri commenti del citizen reporter "dalla mia finestra":

 Appello alla cittadinanza sangiorgese: sono in corso indagini sulla regolarità edilizia ( e malaffare sottostante) dell'ecomostro della famiglia Barletta in corso di edificazione in via Manzoni, nell'area Fiera di San Giorgio del Sannio. Chiunque sia a conoscenza di elementi utili a ricostruire il complesso "affaire" di collusione tra pubblica amministrazione (sindaci, amministratori, funzionari, onorevoli ...) ed il privato Barletta, è invitato a comunicarli, con alto senso civico, alla Procura di Benevento o al Corpo Forestale dello Stato. Boicottate la Caserma di San Giorgio che notoriamente quando è coinvolto il comune di San Giorgio o il privato Barletta (ogni circostanza è buona per ostentare grande amicizia con il Luogotenente...) tende ad insabbiare tutto: ammettiamo anche questa gravissima anomalia e devianza di chi dovrebbe al di sopra di ogni sospetto garantire osservanza della legge, imparzialità, trasparenza e denunciamo tutto ciò pubblicamente ! L'illegalità, il malaffare, la mafia si nutrono giorno per giorno dell'indifferenza o dell'omertosità dei cittadini. Quando questa comunità avrà uno scatto di dignità ?

Che vuol dire: amare San Giorgio? Il santo, i sangiorgesi, i loro politici ladri, il viale, il degrado, la spocchieria e il pettegolezzo oppure...la cartolina costruita e artefatta di San Giorgio?I sangiorgesi sono morti: qui siamo in regime di polizia fascista, di gerarchi e signorotti feudali da sempre... I sangiorgesi hanno in sè-immutato- il germe di quel partito devastante col suo sistema che dal 1946 ad oggi ha creato il fenomeno del clientelismo, del voto di scambio, dei contatti con la "mafia", della corruzione...e che ha espresso i suoi "cuffari locali"..

 

E ancora:

Vi segnalo :

1) Cass. Civ. sent. 3672 del 16 febbraio 2010, Pres. Morelli, Rel. Chiarini . Linea dura della Corte di Cassazione contro quanti pagano tangenti per ottenere appalti pubblici. Secondo la Cassazione, si tratta di un comportamento da cui discende non solo la nullità del contratto di appalto, ma anche una lesione dell'immagine della P. A. e, per questo, gli enti danneggiati ( ed i cittadini in caso di inerzia di questi) hanno diritto a richiedere il risarcimento per il discredito sociale che è conseguito alla condotta illecita. In tali casi, precisa la Cassazione (sentenza n.3672/2010), siamo di fronte a una violazione del "bene giuridico, costituzionalmente tutelato, dell'imparzialità e del buon andamento dell'amministrazione, leso da provvedimenti adottati per interessi privati anziché della collettività, in violazione dei doveri di ufficio e di norme penali". Come la mettiamo con la mazzetta o tangente all'ex sindaco (70 o 100000 euro!) per l'ecomostro Barletta di cui si vocifera in ogni anfratto del paese (vox populi) ma nessuno che sa riesce a trovare e ad organizzare il coraggio civile di una denuncia ? Chi sa parli. Il nuovo filone d'inchiesta potrebbe portare alla luce un "sistema consolidato di pagamenti illeciti funzionali all'ottenimento di favori" e individuare nell'alveo dell'amministrazione sangiorgese soggetti che mettono la loro intera rete di poteri e conoscenze al servizio dell'imprenditore ... disposto a retribuirli profumatamente.

2) Cass. Sez. III n. 649 del 12 gennaio 2012 (Ud. 24 nov. 2011) Pres. Petti Est. Petti Ric. PM in proc. Marrocolo Urbanistica. Abuso di ufficio Nell'abuso d'ufficio connesso al rilascio di un permesso edilizio ritenuto illegittimo e nei reati edilizi compiuti in esecuzione di tale permesso, uno degli elementi dai quali desumere l'intenzionalità del dolo o la colpa e costituito appunto dall'analisi del contrasto del permesso di costruire con la norma urbanistica nel senso che, quanto più è palese o macroscopico tale contrasto, tanto più e evidente la ricorrenza dell'elemento psicologico del reato. Il dolo intenzionale del delitto di abuso d'ufficio può desumersi, non solo dal rapporto collusivo, ma anche da una serie di altri indizi diversi, quali ad esempio: la natura dell'illegittimità dell'atto, i rapporti tra il pubblico ufficiale ed il privato, la mancanza di una doverosa istruttoria della pratica .

Da youreporter.it

www.youreporter.it/foto_Illegalita_edilizie_e_anomalie_a_S_Giorgio_del_Sannio_2#commento_18274

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...