Il trattato di Lisbona e la "farsa elettorale" italiana

25.04.2011 10:54

Bisogna insistere non poco sul Trattato di Lisbona, perchè sembra che nessuno sappia che esiste , perchè nessuno ne parla, neppure i vip o le star della sedicente informazione italiana: Santoro,Travaglio, Floris, Fazio, Dandini, Crozza.


Così è passato sotto silenzio un golpe...vi rendete conto?

Complimenti alla stampa leccaculista, ha fatto bingo ! Un popolo di ignoranti che si interessano delle prostitute del pupazzo n° 2 - il n° 1 è ovviamente Giorgio Napolitano - e delle altre sciocchezze tradizionalmente offerte dai media !!!

Eppure, dibattere di "Costituzione" quando l'adesione al trattato di Lisbona l'ha cancellata, non è ormai un perdita di tempo ?
I partigiani ed i difensori della Costituzione italiana dove sono ?

Vista la disinformazione e le perduranti farse elettorali italiane, abbiamo preparato un volantino molto sintetico che parte da un quesito: SAI CHE COSA E' IL TRATTATO DI LISBONA ? 
Lo distribuiremo subito dopo pasqua mentre registreremo filmati con interviste alla popolazione.

LA "VERGOGNA" !
L'accordo che distrugge le sovranità nazionali e, quindi, annulla qualsiasi valore si possa dare al voto degli elettori.
Tutte le "cosche" (chiesa, massoneria, mafie) si allearono nelle elezioni politiche del 2006 per far eleggere PRODI che ne avrebbe garantito la acquiescenza "sudditante" dello Stato italiano.
Il 13 dicembre 2007 venne firmato il "trattato vergogna" e iniziarono le manovre concordate per far cadere Prodi ed eleggere il "pupazzo" Berlusconi sempre guidato e controllato dal "Cameriere del Papa" GIANNI LETTA
.
Il "santo" incoronato dal "TRATTATO DI LISBONA".............non ci sono parole per definire l'Alto Tradimento che andrebbe imputato a questo deteriore soggetto del filopapismo !
Mi auguro che qualcuno sia in grado di difenderlo, con documentazioni probanti, però !
GIANNI LETTA, l'uomo che tiene al guinzaglio il "pupazzo" Berlusconi, è un grande "amico" dell'ordine di Malta ed è pure Gentiluomo di Sua Santità il Papa... ruolo che prima era del cosiddetto Cameriere di spada e cappa (“segreto” o onorario).

Gianni Letta, in sostanza, è un Cameriere del Papa ma, visto che già nel 1968 il termine Cameriere suonava brutto pure in Vaticano, dobbiamo dire che è un Gentiluomo. Corrispettivamente, è Cameriere pure del prossimo Presidente del Consiglio: “Da ventuno anni è il più stretto collaboratore di Berlusconi, dapprima nella sua impresa privata e poi a Palazzo Chigi. Come lui stesso ama precisare, non si è mai iscritto a Forza Italia né si considera un uomo politico. Ma allora: che parte interpreta nella commedia all’italiana un personaggio di così crescente rilevanza? A costo di risultare prosaico, vorrei sapere: chi lo paga? Dove ha sede il suo ufficio? Rappresenta forse un’istituzione? […] Gianni Letta conosce il potere romano come le sue tasche, da una quarantina d’anni. Sa bene che una democrazia (????) sregolata come la nostra è sempre in cerca di luoghi informali di compensazione”.

Un leccapiedi di prima grandezza.
Tutta la sua carriera politica è stata decisa in quella stanza..............basta leggere i documenti per scoprirlo !

Pensare che quegli idioti che si dichiarano "laici" hanno votato questo "superprete" !!! 

GALLERIA MAZZINI - GENOVA 9 APRILE 2006
XV Legislatura (28 aprile 2006 - 6 febbraio 2008) elezioni politiche 9 e 10 aprile 2006
I passanti leggono i cartelli e chiedono informazioni.
Molti sono dichiaratamente "incapaci di capire" e credono si tratti di "fantapolitica"!!!!
Si stupiscono anche del fatto che non ci siano "sanzioni per chi non vota" !!!!!!!!
L'ignoranza la fa sempre da padrona, evidentemente.

 GALLERIA MAZZINI - GENOVA 9 APRILE 2006

XV Legislatura (28 aprile 2006 - 6 febbraio 2008) elezioni politiche 9 e 10 aprile 2006
Tutti gli analisti politici sapevano della pressione delle grandi banche internazionali affinchè fosse sottoscritto quel trattato che annullava di fatto tutte le costituzioni degli stati membri a favore delle regole dei commissari europei - LOBBISTI NON VOTATI DA NESSUNO !! -Era noto che il governo Berlusconi (eventualmente eletto) avrebbe creato difficoltà a quella firma e quindi i sovragoverni finanziari agirono nella direzione di favorire la vittoria di PRODI che, poco dopo eletto, lavorò solo ed esclusivamente nell'interesse di Goldman Sachs (di cui è senior advisor) e cercò di raggiungere l''intesa che è arrivata dopo due anni di "periodo di riflessione" ed è stata preceduta dalla Dichiarazione di Berlino del 25 marzo 2007, in occasione dei 50 anni dell'Europa unita, nella quale il cancelliere tedesco Angela Merkel e il presidente del Consiglio dei ministri italiano Romano Prodi esprimevano la volontà di sciogliere il nodo entro pochi mesi, arrivando così alla firma il 13 dicembre.
GALLERIA MAZZINI - GENOVA 9 APRILE 2006
XV Legislatura (28 aprile 2006 - 6 febbraio 2008) elezioni politiche 9 e 10 aprile 2006
Non è casuale il luogo dell'evento !
Pagine di "informazione" nel pannello dinanzi il braciere !!
La galleria "MAZZINI" luogo simbolo delle idee di un grande uomo !
Sullo sfondo: LIBRI !!!!!!!!!!!
Nessuna televisione, nessun prete, nessun leader !
Una strada verso la "liberazione" ma, dove sono i partigiani ?
GALLERIA MAZZINI - GENOVA 9 APRILE 2006
XV Legislatura (28 aprile 2006 - 6 febbraio 2008) elezioni politiche 9 e 10 aprile 2006
Questa è la "prima scheda" che va in "combustione"..........
La responsabilità del cittadino deve essere, primariamente, quella di darsi una cultura e poter conoscere, criticare e valutare, gli atti dei governi cui delega le sorti della sua nazione e della esistenza di milioni di persone..............
La responsabilità "democratica" è ben altra cosa della tacita accondiscendenza ai dogmi dei "leader" scelti con grande attenzione dai sovragoverni.
Se BERLUSCONI, FINI, CASINI, RUTELLI, PRODI, MASTELLA (tanto per citare quelli riportati nei cartelli delle foto), ma anche BERSANI, VENDOLA, VELTRONI, ecc. fossero "NON FUNZIONALI" al gioco delle camarille bancarie internazionali di distruzione totale degli stati europei, non sarebbero li dove li vediamo....
E che dire di Di Pietro? Di Pietro difende la Costituzione, ed ha firmato per abolirla.

Non è uno scherzo, al contrario, è la misura della colossale farsa cui voi, sì proprio voi, continuate a sottoporvi. Di Pietro, e il suo codazzo dei soliti noti, si riempie la bocca ogni santo giorno di proclami disperati in difesa della Costituzione italiana, della quale lui e i suoi senatori e deputati hanno firmato l'abolizione il 23 e il 31 luglio del 2008. Avete capito bene: Di Pietro ha firmato l'abolizione della Costituzione italiana. In quelle date un'Italia politica di ignoranti e/o in malafede, IDV compresa, ha ratificato il Trattato di Lisbona (depositato poi l'8 agosto), che di fatto cancella per sempre la nostra Costituzione del 1948. E hanno pure applaudito gli IDV, in una standing ovation a braccetto con gli odiati berluscones. Il Trattato di Lisbona ha creato un nuovo super Stato d'Europa di cui siamo tutti cittadini, che ha un governo (non eletto) più potente di qualsiasi governo europeo e le cui regole sono più potenti di qualsiasi legge europea, e il tutto di nascosto dagli elettori, in un vero e proprio colpo di Stato continentale. Il Trattato, infine, è a tutti gli effetti una Costituzione d'Europa più potente di qualsiasi Costituzione nazionale. Anche della nostra, ovviamente. 
Ripeto: la Costituzione italiana è stata di fatto abolita dal Trattato di Lisbona, poiché quest'ultimo comanda a noi italiani, e a tutti gli europei, una maggiore obbedienza. In caso di conflitto fra le regole della Costituzione e quelle del Trattato, vince sempre il secondo. Ma anche le regole costituzionali del Trattato di Lisbona sono state scritte in segreto da burocrati che nessuno di noi ha mai eletto né mai eleggerà. Capito bene?  Antonio di Pietro ha firmato entusiasticamente questo colpo di Stato che ammanetta tutta la nostra Costituzione, non solo alcuni articoli. I Padri Costituenti italiani si sono rivoltati nella tomba. Altro che Lodo Alfano.
I casi sono due: o Tonino è ignorante come una scarpa e firma fogli di carta esattamente come i contadini medievali firmavano ignari le loro condanne a una vita di stenti, oppure è in malafede. 
In entrambi i casi, che quell'uomo sia il vostro faro, ovvero "l'unica opposizione in Italia" (secondo Travaglio sic!) è disperante. 
Ma mai quanto il fatto che gli italiani ci stanno cascando, altrettanto entusiasticamente.
 
Rosanna Carpentieri

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...