Cd. "Servizio Pubblico" di Santoro: dove vedere il programma in tutta Italia

03.11.2011 09:08

Ancora poche ore, e la prima puntata di Servizio Pubblico di Michele Santoro sarà in onda e online. Un nuovo modo di fare informazione: fino allo scorso anno, Santoro dava nel suo Anno Zero, trasmesso da Rai 2, notizie che la Rai non dava. Oggi si appresta a dare letteralmente un “servizio pubblico” che la Rai e le altre reti nazionali si dimenticano di fornire.

Si parla di un servizio pubblico indipendente dai partiti, fatto da giornalisti e voluto dal pubblico, che finanzierà l’impresa.

E’ la gente che lo vuole, e per sentire cosa ha da dire, sono in molti ad aver deciso di pagare di propria tasca.
Servizio Pubblico  sarà finanziato direttamente dagli utenti.

Si comincia giovedì 3 novembre alle 21 in diretta da Cinecittà, e su Telereggio quindici minuti prima, alle 20,45, per le anticipazioni e il dietro le quinte.
93.000 persone condivideranno le decisioni essenziali sulla gestione di “Servizio Pubblico”, quelle che hanno versato 10 euro a testa, per la cifra complessiva di un milione di euro, che verranno conferiti ad un’associazione che sarà socia dell’azienda che produrrà le puntate. L’obiettivo è quello di costituire una forma di azionariato popolare.
 
E popolare è anche la decisione di trasmettere il programma su differenti mezzi di comunicazione: internet, innanzitutto, dove la diretta potrà essere seguita sui siti www.serviziopubblico.it, www.repubblica.it, www.corriere.it, www.ilfattoquotidiano.it 
 
Per chi ha un abbonamento Sky, la trasmissione sarà visibile sui canali 100, 500 e 504. In radio, il programma sarà in esclusiva radiofonica su Radio Capital.
 
E poi, tantissime le reti locali che serviranno da piattaforma per la trasmissione, dove Servizio Pubblico potrà essere visto in diretta:
Antenna Sicilia; Videocalabria; Telenorba (Puglia-Molise-Basilicata); Telecapri (Campania); Rete 8 (Abruzzo); Teleroma 56, t9, Extratv (Lazio); Rete 8 (Abruzzo); Tv centro Marche; Umbria tv; Rtv (Toscana); Tcs (Sardegna); Nuovarete, Telereggio, Di.tv, Telesanterno, Telemodena (Emilia Romagna); Primocanale (Liguria); Telecupole, Videogruppo (Piemonte, Valle d’Aosta); Telelombardia; Telenuovo, Antenna 3 nordest (Veneto); la Giulia (Friuli Venezia Giulia); Rttr (Trentino ALto Adige).
 
Oriana Boselli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...