Amianto alle Poste.Gli esiti del volantinaggio di informazione e protesta di domenica 25 marzo

01.04.2012 10:24

 

Ieri, domenica 25 marzo, sul Viale Spinelli di San Giorgio del Sannio il Forum Civico Cittadini in MoVimento verso San Giorgio a 5 Stelle ha realizzato un volantinaggio informativo sulla incresciosa questione dell’abbattimento dell’edificio ex Poste in Via De Gasperi.
Davvero cospicua è stata l’affluenza al gazebo installato all’altezza del Parco Urbano dove era possibile visionare materiale informativo sulla vicenda: sono stati mostrati i video del primo parziale abbattimento dello scorso settembre e quelli dell’ultima e definitiva demolizione di venerdì e sabato scorsi e sono stati resi disponibili alla lettura i documenti relativi alle analisi ARPAC del 2022, 2004 e 2011 relativi alla presenza di amianto crisotilo nell’edificio, il testo degli esposti denuncia fatti da Cittadini in MoVimento alla Procura della Repubblica di Benevento, l’ampia rassegna stampa sulla vicenda nonché materiale più generico sull’amianto e sulle gravissime patologie provocate dall’inalazione anche di infinitesime particelle di asbesto.
Erano presenti, ed hanno dato un importante apporto nella discussione coi i cittadini, i membri del Movimento 5 Stelle di San Marco dei Cavoti e Nicola Colangelo del CODISAM di Sant’ Arcangelo Trimonte.
Numerosissimi sono stati i genitori con bambini ed i nonni che si sono avvicinati al gazebo, chiedendoci se fosse vera la notizia che il Comune voleva realizzare in quell’area un piccolo polmone verde con area attrezzata a giardino pubblico. Noi non abbiamo potuto far altro che mostrare loro gli articoli di stampa cartacea e on line che confermavano la cosa e raccogliere le loro vibrate proteste: in tanti, allora, ci hanno chiesto di aiutarli ad organizzare manifestazioni e sit in di protesta affinché ciò non accada o, quanto meno, si facciano tutti gli accertamenti possibili per verificare l’assenza di pericolo per la salute pubblica prima di provvedere alla riqualificazione dell’area.
 
Abbiamo rilevato un profondo malcontento della gente nei confronti della leggerezza con la quale, nel corso degli anni, è stato affrontato il problema della presenza di amianto nell’edificio delle ex Poste ma, ahinoi, abbiamo potuto constatare di persona l’inadeguatezza, cosa questa ben grave, dei nostri amministratori: abbiamo avvicinato con i nostri volantini alcuni esponenti della maggioranza e li abbiamo invitati quanto meno a leggerli e a rispondere alle domande dei cittadini, ma loro si sono allontanati con disappunto senza accettare alcun confronto; alcuni componenti dell’opposizione, invece, si sono sì fermati a discutere ma dalla chiacchierata abbiamo dedotto che non erano nemmeno a conoscenza dei risultati delle analisi di ottobre 2011 e di tutto quanto era connesso alla dichiarazione ufficiale dell’ARPAC sulla presenza di amianto.
 
Le nostre domande, e quelle dei cittadini, rimangono, dunque, ancora senza risposta:
·         Perché l’amministrazione aveva bisogno proprio di quel pezzo di terra per fare un giardino in una zona che presenta molti altri spazi liberi?
·         Perché i tecnici e gli amministratori non hanno preteso da Poste Italiane l’abbattimento della struttura contenente amianto, nel rispetto delle norme a tutela della salute pubblica, prima di acquistare il suolo?
·         Perché l’Amministrazione non ha tenuto conto, prima di demolire l’edificio completamente, delle ultime analisi fatte dall’ARPAC ad ottobre scorso, dalle quali è emersa la presenza di amianto crisotilo anche nel materiale di risulta rimasto in situ dopo l’iniziale impropria demolizione di settembre?
·         Perché l’Amministrazione non ha tenuto conto delle indagini in corso da parte della Procura della Repubblica di Benevento ed ha abbattuto l’edificio?
·         Perché l’ autorità di polizia territoriale ha ritenuto di non avvertire la Magistratura di quanto il Comune stava facendo?
 
L’Amministrazione continua a sostenere di essere nel giusto perché l’amianto presente nella pensilina, come da analisi ARPAC 2004, è stato bonificato…peccato che le analisi ARPAC dell’ottobre 2011 dicano che l’amianto era anche nei materiali di risulta provenienti da tutto il resto dell’edificio!
Il Forum Civico Cittadini in MoVimento verso San Giorgio a 5 Stelle continuerà la sua azione volta a sollecitare la trasparenza e la legalità nell’azione amministrativa del Comune di San Giorgio del Sannio ed interverrà ancora una volta presso la Procura delle Repubblica di Benevento con un’ulteriore integrazione all’esposto denuncia già prodotto.
LORO NON SI ARRENDERANNO…NOI NEMMENO!!!
 
 

Amianto alle Poste.Volantinaggio di marzo 2012

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...