Rosanna Carpentieri: “Il procuratore Pignatone sia di esempio in tutte le Procure italiane e nel “porto delle nebbie” beneventano”

08.12.2014 15:45

Da Info Sannio del 07 dicembre 2014

benevento giustizia
 

Il Comitato  Cittadini per la Trasparenza e la Democrazia di San Giorgio del Sannio (BN) , attraverso la fondatrice e coordinatrice Rosanna Carpentieri, intende esprimere immensa gratitudine per il grande lavoro svolto dalla Procura della Capitale e dal suo Capo, il magistrato Dott. Giuseppe PIGNATONE, nonchè dagli uomini delle Forze dell’Ordine impegnati nell’operazione “Terra di mezzo”, che ha contribuito a fare luce su un sistema complesso di potere che era riuscito a stringere la città in una vera e propria morsa di malaffare politico-mafioso.
Era evidente da tempo che esisteva e aumentava a Roma la presenza inquietante della mafia, presenza sempre negata dai Sindaci e dai Presidenti della Regione Lazio. Certo non si poteva pensare che fosse riuscita a ottenere una così diffusa e trasversale “partecipazione” nelle amministrazioni pubbliche della Capitale e nel mondo politico delle “larghe intese”.
Situazioni non dissimili caratterizzano purtroppo anche altre città della Repubblica  come per es. Benevento e alcuni comuni della Provincia.
Ma, non a caso, il Tribunale di Benevento è noto a tutti come “porto delle nebbie”.
Anche qui, la legalità ed il suo categorico e coraggioso ripristino è una priorità, ancora più urgente dello sviluppo mancato.
Anche qui, purtroppo, s​ono tanti i “buchi neri” di molte operazioni urbanistiche, finanziarie, immobiliari, commerciali che devono essere portati alla luce dando la possibilità anche ad associazioni di cittadini di poter visionare gli atti senza dovere sottostare a continui intralci burocratici che impediscono trasparenza e partecipazione.
Siamo orgogliosi del Procuratore Capo, Giuseppe Pignatone che, a soli due anni dal suo arrivo a Roma, ha squarciato le  “nebbie” che offuscavano anche la Procura della Capitale.
Contestualmente auspichiamo che il suo coraggio costituisca incoraggiamento ed esempio per il Procuratore Capo della Procura della Repubblica di Benevento, affinchè insista nell’attività di indagine , di scioglimento dei “grumi di malaffare” e di arresto delle dinamiche dei poteri di fatto, oltre la legge.
Il comitato civico si è costituito anche come “Osservatorio sulla malagiustizia beneventana” e attraverso la sua attività di documentazione pubblica e denuncia, intende attuare il disegno voluto dalla Costituzione, secondo cui la Magistratura esercita la propria indefettibile e insostituibile funzione giurisdizionale ed attua il principio della obbligatorietà dell’azione penale in nome del popolo, cui spetta la sovranità ultima ed un potere in senso lato di “controllo”, contro la deriva castale e corporativistica della magistratura stessa.
Ci auguriamo che in ogni Procura della Repubblica, il ricorso alla magistratura con cui vengono sporte denunce e si materializzano istanze imperative di legalità, sia d’ora innanzi sempre proficuo, e non destinato ad arenarsi in prassi di “archiviazioni facili” supportate da opinabili e poco giuridiche motivazioni.
Quanto alla situazione beneventana, auspichiamo con forza che venga superato il cd.”autoctonato” della classe giudiziaria del tribunale sannita.
La coordinatrice
Rosanna Carpentieri
 
INFORMAZIONE SULLA "INFORMAZIONE":
Hanno pubblicato il nostro comunicato stampa:
Agorà News On Line che ha titolato:
ERA EVIDENTE DA TEMPO CHE ESISTEVA A ROMA LA PRESENZA INQUIETANTE DELLA MAFIA - Agorà News on Line

ERA EVIDENTE DA TEMPO CHE ESISTEVA A ROMA LA PRESENZA INQUIETANTE DELLA MAFIA

 

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...