Replica all'editoriale di Panella su Il Quaderno Settimanale n. 582 del 27 giugno 2010: Pomigliano siamo noi .

02.07.2010 00:19

Egregio Direttore Dottor Panella ,

il suo editoriale su "Pomigliano siamo noi"www.ilquaderno.it/pomigliano-siamo-noi-i-beneventani-sappiano-che--diritti-lavoro-ora-rischio-tutti-48039.html  ci lascia francamente perplessi .
Ha rinunciato ad un nostro comunicato contenente informazioni importantissime per chi ha a cuore il licenziamento di 17  lavoratori nella nostra Provincia e la ferita sanguinante che la Telsey S.p.A. apre, per dire la Sua 
nostalgica opinione sui tempi andati.

Non che la storia non sia importante, anzi.

Ma visto che anche noi guardavamo con attenzione la vicenda di Pomigliano per prenderla ad esempio, il suo " arbitrio" ci risulta inspiegabile.
Eppure noi abbiamo fatto anche nomi e cognomi, perchè quel giurassico ed obsoleto contenitore chiamato Sindacato con i più disparati acronimi deve pur avere al suo interno uomini con una faccia, una coscienza, una responsabilità ma, in primis, nomi e cognomi.

E, correttamente,abbiamo citato i signori Argentato e Lepore.
Replichiamo pertanto alla Sua retorica nota " Pomigliano siamo noi" in ogni sede perchè riteniamo che 
Benevento e quelli che patiscono licenziamenti o ricatti da parte dell'azienda, con modalità contorte se non "misteriose" non sanno cosa farsene della sua retorica
senza alcun mordente informativo.

Ed anche perchè non comprendiamo, in tutto questo contesto di rifiuti e scambi di opinioni, il senso del titolo-slogan:"Pomigliano siamo noi."

Forse Le sfuggono altre situazioni di sfruttamento del lavoro e di sottrazione di ogni diritto, persino all'equa retribuzione, perpetrate sistematicamente da altri soggetti che definire imprenditori è eccessivo:

quella dei dipendenti del commerciante Barletta per esempio. 

Appuriamo comunque che lei da "organo di stampa"  intende la libertà di stampa come arbitrio di stampa.
Ce ne faremo una ragione e diffonderemo  la sua posizione.

Non sappiamo alla luce di ciò chi acquisterà ancora il Quaderno nelle edicole, ma se la sua testata  è sovvenzionata da tutti i contribuenti, di cosa potrebbe fregarsene?

Intanto, ne prendiamo atto.

Distinti Saluti.

Il Comitato Cittadini per la Trasparenza e la Democrazia
cosangior.citrademo@libero.it

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...