P3.Alcuni Magistrati chiesero a Pasquale Lombardi di interessarsi per "ottenere o agevolare le rispettive nomine o incarichi direttivi".

19.07.2010 09:39

Alcuni magistrati chiesero a Pasquale Lombardi di interessarsi per "ottenere o
agevolare le rispettive nomine o incarichi direttivi".

A parlarne al gip, in sede di interrogatorio di garanzia, è stato lo stesso ex giudice tributario.

"Sono persone - aggiunge - con le quali ho rapporti di amicizia ultraventennale" e che "lo hanno chiesto proprio a me perché ho molte conoscenze e amicizie nell'ambiente politico e giudiziario.

Si sa come queste nomine siano influenzate in maniera determinante dalle quattro correnti in seno all'Anm ed alla politica, che può fare tutto".

"Preciso - dichiara Lombardi - che i contatti che ho avuto per sollecitare le nomine agli incarichi di cui si parla nell'ordinanza di custodia cautelare li ho intrattenuti con due consiglieri togati del Csm e con due componenti laici".

Nel corso dello stesso interrogatorio l'indagato nega di essere a conoscenza dell'attività di "dossieraggio relativa alle presunte inclinazioni sessuali dell'onorevole Caldoro";

ammette che il "Giacomino" citato in una conversazione con Alfonso Marra è Caliendo e nega di aver avuto contatti con il vice presidente del Csm, Nicola Mancino.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...