Malati di S.C.M. senza assistenza sanitaria !!!

26.02.2011 15:19

BeneventoCampania - 30 Giugno 2010

Malati di S.C.M. senza assistenza sanitaria !!!

 

 

Li chiamano "i malati che non esistono": sono i 4mila italiani affetti da Sensibilità Chimica Multipla (MSC), una sindrome immuno-tossica infiammatoria per la quale si perde in modo irreversibile la capacità di tollerare gli agenti chimici. E' una sindrome multisistemica di intolleranza ambientale che causa patologie disabilitanti che interessano vari sistemi fisiologici: sistema renale; gli apparati respiratorio, cardiocircolatorio, digerente, tegumentario; sistema neurologico; sistema muscolo-scheletrico ed endocrino-immunitario.
I sintomi si verificano in risposta all'esposizione a molti composti chimicamente indipendenti e presenti nell'ambiente in quantità anche di molto inferiori a quelle generalmente tollerate dalla popolazione.
La MSC comporta uno stato di infiammazione cronica che induce lo sviluppo con alta incidenza di forme tumorali e leucemiche: il corpo "cede" a questo quotidiano bombardamento chimico e non tollera più qualsiasi piccola traccia di sostanze chimiche di sintesi nell'ambiente, come insetticidi, pesticidi, disinfettanti, detersivi, profumi, deodoranti personali o per la casa, vernici, solventi, colle e prodotti catramosi, preservanti del legno (ad esempio l'antitarlo), materiali dell'edilizia, carta stampata, inchiostri, scarichi delle auto, fumi di stufe, camini, barbecue, prodotti plastici, farmaci, anestetici, formaldeide nel mobilio, tessuti e stoffe soprattutto nuove, tutto ciò che è di derivazione petrolchimica.
Si tratta di una malattia molto grave, alla quale da quasi dieci anni viene negato il riconoscimento nel Registro delle Malattie Rare nonostante il fatto che, dopo le prime diagnosi italiane risalenti al 1994 (Prof. Magnavita di Roma), da almeno quindici anni la MCS sia studiata nelle Università (Corsi di Immunologia, Chimica Industriale, etc.) quale sindrome fisica-organica.
Le richieste ufficiali di riconoscimento della malattia risalgono al 1994 (sic !) come singoli malati ed al 1996 come associazioni.
La MCS è riconosciuta in Stati Uniti, Canada e Germania; in altri Paesi, pur mancando il riconoscimento, non vi è una situazione così grave di totale abbandono quanto in Italia.
E' evidente che tutti siamo esposti ad una sorta di "bombardamento chimico" di miliardi di sostanze artificiali (sintetizzate nei laboratori e poi immesse nell'ambiente) potenzialmente dannose per la nostra salute e per quella degli ecosistemi. Quindi tutti potenzialmente potremmo ammalarci di S.C.M..
Il malato di una malattia rara dovrebbe in un paese che voglia dirsi civile avere tutti i diritti di un malato di una malattia di larga diffusione ma in Italia si nota un deficit non solo sanitario ma di natura democratica in quanto si va a ledere o non riconoscere i diritti fondamentali di un cittadino. 
Eppure in Italia anzichè interessarsi del riconoscimento della Malattia da Ipersensibilità Chimica, le Camere del nostro Parlamento si occupano di ben altro: dei disegni di legge che cercano di intervenire sul settore del gioco, per esempio e sulla lotta alla LUDOPATIA. (sic!)
Su questo tema , e non sulla M.I.C. è infatti attualmente in discussione da parte della XII Commissione permanente Igiene e Sanità di Palazzo Madama il disegno di legge presentato dalla senatrice del PD Emanuela Baio, proponente "misure a sostegno di interventi CONTRO LE DIPENDENZE COMPORTAMENTALI E IL GIOCO PATOLOGICO".
"Auspico e mi impegno affinchè in tempi brevi si possa legiferare.Tuttavia - afferma la senatrice Baio - per una completezza della materia e per riuscire ad affrontare tutte le criticità connesse, sarebbe opportuno incardinare e quindi procedere a un esame congiunto del ddl della collega Colomba Mongiello che si occupa della prevenzione e il presidente della Commissione Finanze si è espresso positivamente in questo senso.Posso dire di aver trovato l'appoggio di diversi colleghi e dello stesso viceministro al Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, professor Ferruccio Fazio "( quello, per intenderci, dello scandalo sui vaccini per la presunta pandemia da influenza suina).
TANTO CLAMORE PER LA LUDOPATIA ED ANCORA UN NULLA DI FATTO PER IL RICONOSCIMENTO LEGISLATIVO DELLA S.C.M. tra le malattie rare?
Tutto questo è vergognoso !
Il nostro Legislatore ignora le effettive priorità !!! Per questo:
Visto che la MCS è riconosciuta negli Stati Uniti dalla legge federale per la disabilità dalle agenzie federali - come l'Environmental Protection Agency, lo U.S. Housing and Urban Development, la Social Security Administration - e da molte amministrazioni locali;

Visto che la MCS è riconosciuta da Agenzie del Governo Federale e Provinciale del Canada; 

Visto che la MCS è classificata dalla Germania dal 1998 nell'International Code of Diseases con il codice T 78,4 nel Capitolo 19 (Lesioni, avvelenamenti ed altre conseguenze determinate da cause esterne) e nella Sezione T66-T78 (Altri e non meglio precisati danni da fattori esterni);

Visto che il Ministero del Welfare e del Lavoro tedesco, che aveva classificato la MCS nell'elenco delle invalidità motorie (in quanto paragonabile a queste per l'impossibilità dei malati di muoversi), ha tolto la descrizione della malattia come psicosomatica (di origine psicologica/psichiatrica), mettendo fine alla discriminazione di questa patologia ambientale; 

Visto che il Ministero della Salute, del Lavoro e della Previdenza Sociale e il Ministero dell'Economia, del Commercio e dell'Industria del Giappone, che da anni già riconosceva la Sindrome dell'Edificio Malato - analoga alla MCS, ha annunciato inserire la MCS dall'ottobre 2009 nella lista delle patologie coperte dalla assicurazione del servizio sanitario nazionale; 

Visto che in Italia manca una legge quadro che equipari i diritti dei malati ambientali (non solo di MCS, ma anche di Sindrome da Stanchezza Cronica, di Elettrosensibilità, di Fibromialgia, di Sindrome dell'Edificio Malato, ecc.) a quelli di qualsiasi altra forma di disabilità in termini di tutela del lavoro, del diritto alle cure, di diritto ad una casa sicura?, ecc.; chiadiamo con forza che vengano messe in discussione con la massima urgenza le sei proposte di legge d'iniziativa di parlamentari della Camera (N. 1621 il 5 agosto 2008, N. 1654 del 18 settembre 2008, N. 1667 del 18 settembre 2008, N. 2287 del 12 marzo 2009) e del Senato (N. S.1019 del 17 settembre 2008, N. 1165 del 28 ottobre 2008) per il riconoscimento della MCS come malattia sociale, utilizzando il Consenso Internazionale del 1999 come parametro per le diagnosi, come avviene in tutto il mondo. 
E nessuno si permetta più di dire che la M.C.S. non esiste, adesso ci sono le prove e le controprove.Quello che occorre , prima di leggi sulla ludopatia, è che anche i malati di M.C.S. devono avere anche in Italia il diritto all'assistenza medica !

www.youreporter.it/video_Malati_di_S_C_M_senza_assistenza_sanitaria_1

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...