La matrice sionista nell'assassinio del pacifista Vittorio Arrigoni

18.04.2011 15:08

Indipendentemente da chi siano gli assassini di Vittorio Arrigoni, da chi abbiano preso ordini, se li hanno presi da qualcuno, da quali siano i motiivi per cui lo hanno ucciso, non v'è alcun dubbio che si conosce chi è il  vero responsabile della morte di Vittorio: Israele. Israele che, ben prima della cosiddetta "guerra d'indipendenza", pianifica la pulizia etnica in Palestina, che ricorre al  terrore per spezzare il legame organico tra i Palestinesi e la loro terra, che si inventa, con la complicità dei soliti guitti (pseudo)intellettuali, una guerra d'annientamento (espressione che ormai perfino gli storici sionisti seri non usano più, sapendo bene che è non solo falsa ma grottesca e ridicola) da parte degli arabi contro i coloni sionisti per giustificare l'occupazione della Plaestina.
Israele che destabilizza l'intera area del Mediterraneo, mentre scatena una guerra d'aggressione dopo l'altra -  nel 1956, insieme con la Francia e l'Inghilterra, e nel 1966 - e continua a nella sua opera di "strangolamento" del popolo plaestinese, costringendolo a compiere azioni "disperate" per non morire, nell'indifferenza dell'opinione pubblica mondiale.
 
Israele che annette Gerusalemme, che se ne infischia delle risoluzioni dell'Onu - una organizzazione ibrida e bastarda al servizio dei più potenti e che solo gli sciocchi possono pensare sia al di sopra delle parti -, che costringe l'Egitto ad una lunga guerra d'attrito sul Canale di Suez e che dopo la guerra del Kippur, diventa uno Stato che rapisce e uccide non solo in Palestina ma ovunque, Europa compresa, avvalendosi anche della complicità di classi dirigenti corrotte, di politicanti imbelli e inetti, di intellettuali e gazzettieri mercenari.  
 
Israele che inventa la storia di una terra senza popolo per popolo senza terra, per poter cancellare il popolo cui questa terra appartiene.  Israele che aggredisce il Libano, che costruisce colonie, che spezza le ossa  ai bambini che scagliano pietre contro i loro tanks,che incarcera le donne incinte che gridano in faccia ai militari sionisti il loro coraggio di madri e di donne.
Israele che aggredisce, tortura, corrompe, ammazza, strumentalizza e che è coinvolto pressoché in tutti gli atti nefandi dell'Occidente, anche e soprattutto in quelli che si ritiene commessi dai nemici dell'Occidente. lsraele che alimenta le campagne dell'odio in Europa, che distorce e avvelena la memoria storica.
Ed è Israele quell'organizazione affaristico-criminale i cui "tentacoli" sono presenti pressoché ovunque in Occidente: dai Parlamenti e dai Governi ai media, dalla scuola e dal mondo accademico al mondo deglli affari. 
Ecco perché l'entità sionista di nome Israele, il carnefice del popolo palestinese, che ha ucciso gli attivisti della Freedom Flotilla e che vuole ad ogni costo impedire che via sia una Freedom Flotilla 2, è, in ogni caso, il vero responsabile dell'omicidio di Vittorio Arrigoni.  

Di: Fabio Falchi 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...