Il gruppo consiliare Nuova San Giorgio con un ritardo inammissibile fa proprie le istanze di trasparenza e rendiconto sulla Notte Bianca del Comitato Cittadini per la Trasparenza e la Democrazia ma convince pochi

01.09.2011 00:21

E' da notizie come questa che auspichiamo di evincerne che la lunga, forse non più sostenibile, sbornia vacanziera estiva e post elettorale sia finita per tornare agli impegni del mandato rappresentativo ed ispettivo e alle promesse (altrettanti impegni) assunte in campagna elettorale .

Ce lo auguriamo anche se non possiamo non registrare e denunciare l'inammissibile ritardo con cui i consiglieri di opposizione Castaldo e Carpenella hanno esitato nell'esprimersi e prendere posizione sulla passata notte bianca nel consolidato stile sangiorgese carbonaro e fernandiano (feste farina e forca)  ;

anche se ad oggi ci risulta che Nuova San Giorgio assieme all'altro gruppo di cd. opposizione ha votato in consiglio comunale la risoluzione di NON ridurre i componenti nelle commissioni da 5 a 3 .

Due posti in più nelle commissioni fanno comodo anche a loro.

 

Ergo, evviva l'unità intellettuale!

Ce lo auguriamo anche se non un solo cenno viene fatto ancora alla modifica dello Statuto comunale e del Regolamento del Consiglio comunale per la ripresa in web cam delle sedute consiliari e per assicurare strumenti di partecipazione diretta ai cittadini quali il referendum consultivo, l'elezione diretta del Difensore Civico ed altro ancora, come ad esempio, e solo per esempio, la pubblicazione di tutte le concessioni edilizie (permessi a costruire) sul sito dell'Ente con possibilità di consultazione dei relativi allegati grafici da parte di chiunque.

Oggi, per ottenere copia atti ai sensi della 241/90 di permessi a costruire si fanno trascorrere vergognosamente ben quattro mesi circa, se non oltre, e non si possono avere gli allegati grafici per apposte ed ingiustificate motivazioni di stra-abusata e risibile  "privacy", come se il progettista avesse il brevetto di una planimetria o di un progetto . Sic!

E' chiaro che siamo alla burla della legalità, e all'uso strumentale e deviato delle disposizioni sulla privacy  ma è quanto è successo nel Comune di San Giorgio chiedendo per es. l'autorizzazione a costruire concessa all'Ingegnere Mario Fonzo nonchè Dirigente dell'U.T.C. di San Giorgio del Sannio , Ufficio Tecnico - Manutentivo - Tecnologico, per la neo costruzione di un edificio in una traversa di Contrada Ginestra parallela alla famigerata Via Manzoni, già agli onori della cronaca giudiziaria per l'ecomostro (residenziale in zona industriale) di Barletta, il Palazzetto dello Sport , l'Area Fiera e l'annesso centro di stoccaggio Rifiuti.

E dunque, abbiamo appreso che i Consiglieri comunali d'opposizione Carpenella e Castaldo ora, a fine agosto 2011, interrogano il sindaco Claudio Ricci, sulla "Notte Bianca" sangiorgese.

Vogliono conoscere il rendiconto, con documentazione giustificativa, di tutte le entrate e le uscite relative all'evento dello

scorso 20 agosto.

Speriamo che non  siano lapilli o peggio, fumo, di una brace di salsiccia agostana, in linea con la pachidermica e dispendiosa notte bianca , inqualificabile kitsch sangiorgese assolutamente non annoverabile tra gli eventi culturali.

Se la cultura ha ancora quanto meno un'identità e rintracciabilità semantica a San Giorgio del Sannio.

 

 

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...