“Il BACIO IN BOCCA E L’OSTENTAZIONE DEI BOSS ARRICCHITI”

10.06.2011 12:07

Insieme ai racconti di terremoti, di fantasmi e di soldati stranieri venuti a spadroneggiare in città, ascoltavo da bambino storie di camorra e guappi. Facevano parte anche loro delle autorità riconosciute. Amministravano il lotto clandestino, imponevano protezione a pagamento che garantiva un ordine locale, prosperavano con il contrabbando di sigarette. 

Pretendevano da se stessi un regolamento di onore, l’affiliazione era un rituale di sangue segreto e leggendario.

Quella camorra non aveva bisogno di esibire un fasto, un privilegio. Gli era riconosciuto.

Nei gesti di ostentazione dei nuovi arricchiti di camorra c’è il bisogno di rendersi visibili e vistosi. Devono apparire. Il loro fatturato in droga e smaltimento di rifiuti tossici sullo stesso territorio li condanna e li maledice davanti alla propria gente. Non hanno prestigio, solo liquidità. Possono acquistare complicità, collaborazione anche di uffici pubblici, ma dignità e autorevolezza non sono voci di bilancio, non dipendono da un libro paga. Perciò devono mostrare, credendo così di dimostrare, la loro supremazia provvisoria. Si baciano in bocca a favore di fotografi, si fanno vedere a bordo campo durante una partita del Napoli: fanno per debolezza gesti di vanità pubblicitaria.

Ora si ritrovano davanti a un sindaco non espresso dalla loro preferenza. Si ritrovano scarsi pure di quel controllo elettorale fondato su ricatto e compravendita.

In questo Napoli è insondabile, non si fa prendere al polso i battiti del cuore da nessun sondaggista di mestiere. Per tradizione antica i suoi salti di umore, l’insorgere di impazienze e di speranze avvengono alla svelta. Napoli è politicamente tellurica, la sua storia la dimostra capace di scrollarsi di dosso i parassiti all’improvviso.

Il nuovo camorrista avverte la propria perdita di peso e di presa e fa mosse da guitto di teatro. 

Erri De Luca del Corriere della Sera del 10 giugno 2011

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...