Il gravissimo problema dell’inquinamento della società italiana da parte di persone che operano in nome della Chiesa, con poteri enormi, ma con pedigree etici e morali indegni di una Chiesa

03.09.2011 21:41

A Milano ha sede la fondazione San Raffaele del Monte Tabor, fondata da Don Raffaele Verzé. Quel Don Verzé che fu sospeso a divinis nel 1973, condannato nel 1976 ad un anno e quattro mesi di reclusione per tentata corruzione, incriminato di truffa e riconosciuto colpevole di istigazione alla corruzione, prescritto per l’accusa di ricettazione; quello che di Silvio Berlusconi disse: «una benedizione per il Paese, un dono di Dio all’Italia».

Ora, questo Don Verzé gestisce il prestigioso Ospedale San Raffaele di Milano e l’Università Vita-Salute San Raffaele – che ha sede in via Olgettina (guarda caso!),offre corsi di Igiene dentale (altro caso!), e ha laureato con lode la figlia di Silvio Berlusconi.

Al San Raffaele inoltre, lontanissimo dal centro di Milano, fu ricoverato proprio il capo del Governo subito dopo essere stato colpito dal mini-duomo.

A luglio scorso la fondazione San Raffaele ha quasi fatto bancarotta, essendo venuti alla luce debiti per 1,5 miliardi di euro, ossia la metà circa di quanto era previsto dall’attuale finanziaria con l’aumento dell’IVA. Il fatto che un ente del genere potesse fare bancarotta ha preoccupato molti, ed in particolare la Chiesa, che ha pensato bene di fare un accordo con i giudici incaricati di risolvere la questione chiedendo una dilazione nella dichiarazione di bancarotta (si può fare) a fronte di una serie di operazioni finanziarie che dovrebbero risollevare la situazione finanziaria della fondazione.

In particolare è stato sottoscritto un  accordo di  investimento  tra  la  Santa  Sede (in  tandem con la  banca  del  Vaticano  I.O.R.)  e la Fondazione San Raffaele, finalizzato  alla  ristrutturazione di  alcuni  debiti della  Fondazione con l’intento  di «contribuire  al  salvataggio del  patrimonio  umano,  tangibile  ed  intangibile della  Fondazione».

Fin qui nulla di male: se una fondazione privata sta per fallire nessuno impedisce ad una banca privata di tentarne il salvataggio.

Il problema nasce quando la Chiesa, tramite il segretario di Stato del Vaticano Cardinale Tarcisio Bertone, invia come vicepresidente pro tempore del San Raffaele, con pieni poteri, Giuseppe Profiti, politico e finanziere di primordine: ex ufficiale della Guardia di finanza, ex direttore generale delle Risorse finanziarie della Regione Liguria e presidente dell’Ospedale Bambin Gesù di Roma. Qualche mese fa, però, lo stesso Giuseppe Profiti è stato condannato in appello a sei mesi di reclusione con la condizionale; è stato infatti ritenuto responsabile di concorso in turbativa d’asta nell’inchiesta sulle presunte tangenti per gli appalti delle mense ospedaliere di Savona. Coinvolto nello scandalo delle mense dell’Asl savonese e più in generale nella storia della “Casagrande band”, il comitato d’amici e d’affari che ha portato alla recente condanna di varie persone fra cui  Roberto Alessio, concittadino e amico di Tarcisio Bertone, che si vantava di avere «grandi amicizie in Curia».

Ora, escludiamo che il cardinale di Stato Tarcisio Bertone sia all’oscuro dei trascorsi penali e morali del suddetto Profiti. È sensato, dunque, che una persona di questo genere, un corruttore, già condannato, divenga la persona di fiducia della Chiesa in operazioni finanziarie?

Il 29 agosto il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Cei, ha dichiarato: «La questione morale in politica – come in tutti gli altri ambiti del vivere pubblico e privato – è grave e urgente e non riguarda solo le persone ma anche le strutture e gli ordinamenti».

Appunto. E allora vien da chiedersi: ma si parlano Bertone e Bagnasco?

Come abbiamo ribadito più volte, il problema non è avere idee diverse, ma è la coerenza. È il gravissimo problema dell’inquinamento della società italiana da parte di persone che operano in nome della Chiesa, con poteri enormi, ma con pedigree etici e morali indegni di una Chiesa quale potrebbe essere se solo ogni tanto si ricordasse delle sue origini. 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...