DALLA CONVENZIONE DI AARHUS: DIRITTO ALLA INFORMAZIONE E ALLA PARTECIPAZIONE IN MATERIA AMBIENTALE

02.07.2010 16:01

Il diritto all’informazione ambientale è inquadrato nell’ambito del principio di “azione preventiva”, il quale costituisce insieme a quello della “correzione anzitutto alla fonte dei danni causati all’ambiente” e al “chi inquina paga”, uno dei tre cardini fondamentali della politica comunitaria in materia ecologica.

L’articolo 1 della Convenzione di Aarhus (firmata il 25 giugno 1998 e ratificata in Italia con legge 108/2001), stabilisce in proposito: “al fine di contribuire a proteggere il diritto di ciascuno, nelle generazioni presenti e future, a vivere in un ambiente consono ad assicurare la salute e il benessere, ogni parte garantisce il diritto di accesso alle informazioni, la partecipazione al processo decisionale e l’accesso alla giustizia in materia di ambiente, in conformità con le disposizioni della presente Convenzione”.

Gli esseri umani interessati dovrebbero essere gli interlocutori privilegiati per l’organo decisore e la decisione dovrebbe anche essere espressione del sentimento sociale della comunità.

L’autentica finalità della suddetta Convenzione è ribaltare completamente il piano e far sì che non vi siano più decisioni su modifiche ambientali che anche i cittadini non abbiano concordato.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...