Cesine, il dito nella piaga della cattiva gestione amministrativa del decennio di Giorgio Nardone, Claudio Ricci e Maurizio Genito

12.05.2011 12:45

nuovasangiorgio.it/2011/05/12/cesine-il-dito-nella-piaga-della-cattiva-gestione-amministrativa/ 

Con l’incontro del 10 maggio a Cesine è stato messo il dito nella piaga alla politica sangiorgese. La zona è in stato di totale abbandono, eppure ben due candidati a sindaco – provenienti dalla stessa maggioranza! – hanno osato chiedere il voto agli abitanti di Cesine! Con quale coraggio?

(Trattasi di Claudio RICCI, Vicesindaco ed ex Assessore ai lavori pubblici, patrimonio, commercio e artigianato, attività turistiche e 

di Maurizio GENITO, Assessore all'urbanistica, attività produttive, innovazione tecnologica e rapporti con l’Università,

dell'amministrazione Giorgio NARDONE. n.d.r.)

In una contrada così bella, ormai zona residenziale, mancano i servizi essenziali, finanche la possibilità di arrivare a San Giorgio quando piove più del solito. Il Piano urbanistico è stato redatto proprio a scapito di quella zona. I cittadini oggi si trovano a pagare un’ICI salatissima su fazzoletti di terra che non saranno mai edificabili. Cesine è destinata a diventare zona di urbanizzazione selvaggia, per saziare gli appetiti di costruttori locali ma non solo.

Due anni fa, dopo l’incendio del deposito di Barletta, nessuno – nè l’Amministrazione nè i tecnici comunali – è stato vicino alla famiglia coinvolta e tanto meno si è preoccupato di garantire la salute degli abitanti.

Cesine era qualche decennio fa zona agricola, quindi con una caratterizzazione economica ben definita. Oggi nessuno si preoccupa del rilancio dell’agricoltura.

Adesso agli abitanti di Cesine – e di tutta San Giorgio -  non resta che scegliere tra continuare a farsi male o farsi finalmente valere.

Già negli scorsi cinque anni Giovino Carpenella ha lavorato per difenderne i diritti. Da ora tutta Nuova San Giorgio sarà all’opera per difendere la vivibilità, la salute e il  futuro dei cittadini sangiorgesi.

Si veda anche:

Dossier : “L’incendio del capannone Barletta ed il comportamento delle autorità preposte alla tutela dell’ambiente e della salute”

www.altrabenevento.org/altrabenevento/?p=4751

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...