Carpenella e Mauta, consiglieri di opposizione a San Giorgio del Sannio denunciano in Procura la vicenda del Guerriero Sannita

07.11.2010 17:56


Il problema è relativo all'area su cui il monumento è stato ubicato
Redazione di Gazzetta di Benevento
  

 

Torna d'attualità la viceda relativa al monumento al "Guerriero Sannita" collocato
all'ingresso di San Giorgio del Sannio (foto).
I consiglieri comunali d'opposizione, Giovino Carpenella e Quirino Mauta,  sollevando
dei dubbi sull'opportunità amministrativa dell'operazione, hanno  comunicato  di 
aver  sporto, sulla vicenda, una denuncia presso la Procura della Repubblica di
Benevento per chiedere l'accertamento di comportamenti penalmente rilevanti. 
Di seguito ecco quanto scrivono.
"Il Puc inquadra la zona coma area viabilità, tant'è che da almeno vent'anni è
mantenuta dagli operai comunali. 
La stessa area, con dubbie procedure, è stata usucapita da un privato,
tanto da doverne dedurre che lo stesso ne è proprietario da altrettanto tempo.
Ma allora chi è il legittimo proprietario dell'area? 
Sta il fatto che, alla richiesta del certificato di destinazione urbanistica da parte del
privato in questione, in data 1 giugno l'Ufficio tecnico comunale rispondeva
che trattasi di zona viabilità. 
Lo stesso ufficio quattro mesi dopo ci risponde che l'area non appartiene al Comune. 
Le stranezze non sono finite: l'atto di notorietà con cui il privato usucapisce l'area
a gennaio 2010 è stato scaricato da internet e reca la data del 21 settembre 2010.
Dov'è allora l'illecito a danno dei cittadini? 
Da parte dell'Amministrazione, che per decenni cura un'area appartenente ad
un privato con denaro dei contribuenti?
O da parte del privato che usucapisce un'area comunale? 
In quest’ultimo caso, come possono l'assessore al Patrimonio, Claudio Ricci,
l'assessore all'Urbanistica, Maurizio Genito, e il responsabile dell'Ufficio tecnico,
Mario Fusco, chiudere gli occhi davanti ad un usucapione non accertato
giudizialmente? 
Sta di fatto che su quell’area l'Amministrazione ha voluto realizzare un monumento,
di pessimo gusto, per altro spendendo ben 15.000 euro con denaro dei cittadini e
spostando una croce, vero simbolo della storia del luogo, a differenza di quanto,
con grave approssimazione, si va dicendo del guerriero sannita. 
L'Amministrazione Nardone - Ricci conferma, così, di tutelare pochi e danneggiare
molti.  Cosa ne dice il popolo sangiorgese? 
Noi diciamo che non ci piace e a tutela di tutti, in qualità di consiglieri comunali,
abbiamo sporto denuncia presso la Procura della Repubblica di Benevento,
con lettera inviata oggi 6 novembre, per chiedere l'accertamento di comportamenti
penalmente rilevanti".
  
 
 
comunicato n.22465

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...