Benevento, Concorsi Azienda Mobilità Trasporti del Sannio. L’assessore al Lavoro Lisi si arrampica sugli specchi e si fa male, finendo per dimostrare che la pubblicità del Concorso per impiegati dell’AMTS è stata davvero scarsa.

31.08.2010 12:47

Comunicato stampa del 31 agosto 2010 di ALTRABENEVENTO CONTRO IL MALAFFARE

 

L’assessore Lisi si arrampica sugli specchi e si fa male, finendo per dimostrare che la pubblicità del Concorso per impiegati dell’AMTS è stata davvero scarsa.

L’assessore al lavoro del Comune di Benevento, Renato Lisi, continua a spiegare in incontri informali con amministratori, politici e dipendenti del Comune, che la pubblicità del Concorso per Operatori di Ufficio bandito dall’AMTS a maggio scorso, è stata corretta e sufficiente, al punto che sul sito internet del suo assessorato “Sportello ALFA”, il Bando sarebbe stato letto da oltre 5.000 (dico  cinquemila) persone.

 

Alla redazione de Il Quaderno.it  che gli faceva notare che la notizia pubblicata sul quel sito è stata letta solo 350 (dico trecentocinquanta volte) fino al 27 agosto, ha fatto notare che a questo dato bisognerebbe aggiungere le 6.065 “pagine visitate” sul sito dal 31 maggio al 12 giugno. Questa argomentazione di Lisi è stupefacente! Infatti, sulla PAGINA di quel sito, insieme a molti altri annunci, è stata pubblicata l’avviso del Bando con il testo seguente:

 

“OPERATORI QUALIFICATI DI UFFICIO - Selezioni nel settore trasporto locale entro il 12 giugno. Per informazioni seguire il link e in opportunità di lavoro scegliere la figura OPERATORI QUALIFICATI DI UFFICIO e seguire la procedura richiesta.”

 

Solo questo e pertanto, come si comprende bene, la semplice lettura della notizia sulla PAGINA di quel sito, non forniva alcuna utile informazione.  Quindi per capirci qualcosa in più, bisognava necessariamente “cliccare”, cioè “leggere” la notizia, collegandosi con la società STUDIO STAFF  che ha seguito le selezioni, cosa che hanno fatto solo in 350 fino ad agosto, cioè dopo che è  scoppiata la polemica. Quindi, realisticamente, saranno stati 100, massimo 150 (dico 150), quelli che hanno ricevuto attraverso il sito di Sportello ALFA,  la notizia entro la data di scadenza del Bando, cioè il 12 giugno 2010, e non 5.000 o 6.000 come dice Lisi.

 

E’ significativo che l’assessore al lavoro del Comune sia costretto ad arrampicarsi sugli specchi con manovre tanto azzardate, per dimostrare  che quel Concorso sarebbe stato  sufficientemente pubblicizzato.  Nella realtà così non è stato.

 

La inserzione a pagamento pubblicata a cura della società STUDIO STAFF di Napoli, su “Il Sannio Quotidiano” e La Repubblica il 27 maggio scorso, si limitava a dare notizia  di una selezione per OPERATORI QUALIFICATI DI UFFICIO per conto di “società nostra cliente che opera nel settore del trasporto locale sul territorio beneventano” senza alcun riferimento alla AMTS.

 

La inserzione dopo aver dato le sole generiche notizie sui requisiti,  conteneva la indicazione dell’indirizzo web di STUDIO STAFF per candidarsi.

 

Ma il Bando di Concorso, NON E’ MAI STATO PUBBLICATO, né sul sito del Comune di Benevento, né su quello dell’AMTS, né su quello dello Sportello ALFA, né sul bollettino BENE COMUNE.

 

Nessun comunicato è stato fatto dal Comune di Benevento o dall’assessore Renato Lisi. Un comunicato è stato alla stampa in data 11 giugno, cioè poche ore prima della scadenza del Bando, probabilmente dall’AMTS.

 

Questo per ciò che riguarda la pubblicità. Per gli altri aspetti relativi a quel concorso, Altrabenevento appena finito l’esame dei documenti già ricevuti tempestivamente dal presidente e dal Direttore dell’AMTS,  presenterà un proprio Dossier alla stampa.

 

Il presidente- Gabriele Corona

 

Al link sotto riportato la "stupefacente" replica di Lisi :

www.gazzettabenevento.it/Sito2009/dettagliocomunicato.php?Id=19302

LISI sostiene che: "La ricostruzione giornalistica fatta dal signor Corona .... è distorta e destituita da ogni fondamento. Purtroppo stiamo assistendo ad un anomalo uso delle informazioni, dove i fatti e le dichiarazioni ufficiali vengono ignorati e si costruiscono argomentazioni basate su voci di corridoio al solo scopo di fare clamore. Il mio intervento sulla questione del bando Amts è stato doveroso perché tutti, compreso il signor Corona, che era più volte intervenuto sulle modalità di pubblicizzazione, avevano ignorato che lo stesso era presente sul sito dello Sportello Alfa".

 

 

 

E come mai è stato scelto il sito Alfa e non quello istituzionale del Comune per pubblicizzare il bando?

Come mai "tutti compreso il signor Corona avevano ignorato che il bando era presente sul sito dello sportello Alfa"?

Come se, secondo l'astruso sragionare di Lisi, gli aspiranti concorrenti si prefiggessero di proposito di ignorare il bando di concorso !

Scrivere “OPERATORI QUALIFICATI DI UFFICIO - Selezioni nel settore trasporto locale entro il 12 giugno. Per informazioni seguire il link e in opportunità di lavoro scegliere la figura OPERATORI QUALIFICATI DI UFFICIO e seguire la procedura richiesta” NON EQUIVALE A PUBBLICARE UN BANDO DI CONCORSO !!!

Questo è stato un meccanismo o un escamotage truffaldino e per nulla trasparente per far passare inosservato il bando di concorso .

 

 

 

Ma CHI è LISI ?

 

LISI ex socialista, poi consigliere di Forza Italia, poi DS, quindi "pattista", dopo consigliere autonomo, recentemente di Italia dei Valori e ora assessore al Lavoro al Comune di Benevento di chissà quale gruppo, ha cambiato molte casacche ma conserva la regola di certi vecchi politici: negare, negare, negare. Anche contro l'evidenza più conclamata.

Il Presidente di Altrabenevento Gabriele Corona  avrebbe  detto fesserie ma non spiega perchè.

Avrebbe ignorato posizioni ufficiali e quali sarebbero?

Finora la AMTS e il COMUNE non hanno emesso alcun comunicato ufficiale: il presidente della AMTS Principe ha fatto alcune dichiarazioni telefoniche ad un portale locale annunciando querele;

il sindaco Pepe invita chi dissente a denunciare i fatti in procura, ma non ha deciso se saranno fatte le assunzioni che dovevano partire il primo settembre;

gli assessori Lepore e Boccalone dicono che non ci sono soldi, PER ORA. 

E LISI sostiene una tesi assurda non con un comunicato ufficiale o una intervista ma "riferendo", il suo pensiero al giornale  Il Quaderno.it. 

Finora l'unica posizione argomentata ed ufficiale è quella di Altrabenevento: la pubblicità di quel Concorso è stata insufficiente e questo potrebbe aver favorito soltanto alcuni privilegiati bene informati.

Con il dossier che l'Associazione Altrabenevento contro il Malaffare sta preparando, anche grazie a diverse segnalazioni che sono pervenute, sarà finalmente fatta  piazza pulita della disinformazione.

 

 

 

 

 ( nella foto Renato Lisi)

Articoli correlati: 

Benevento. Concorsi AMTS: il portavoce del sindaco invece di spiegare perchè la scarsa pubblicità del bando, insulta il presidente di Altrabenevento Contro il Malaffare

www.corrieredelsannio.it/2010/09/03/de-lorenzo-sul-concorso-amts-a-pensare-male-si-fa-peccato/comment-page-1/#comment-4111

 

 

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...