Basta con le rinnovabili industriali. Cominciamo da Altilia di Sepino, prima che sia troppo tardi

30.08.2011 16:39

Arriva la recessione economica? È tempo di eliminare l’enorme spreco di risorse rappresentato dai certificati verdi e dagli incentivi alle energie rinnovabili industriali.

Le energie rinnovabili sono benefiche per l’ambiente se sono utilizzate per promuovere l’autoconsumo di energia, l’efficienza ed il risparmio energetico. Il cittadino che monta sul proprio tetto pannelli solari termici e fotovoltaici, che coibenta la propria abitazione e riduce gli sprechi energetici deve essere incentivato. Allo stesso modo devono essere incentivati gli artigiani e le aziende che vogliono fare lo stesso nei propri luoghi di lavoro.

In Italia invece si incentivano, con costi enormi per la collettività, le energie rinnovabili industriali: enormi ed impattanti impianti eolici ed estesissimi impianti fotovoltaici a terra che rubano spazio all’agricoltura e alla natura. Si distrugge l’ambiente nel nome dell’ambiente. Si toglie ai poveri per dare ai ricchi. Gli speculatori hanno trovato la manna sotto forma di incentivi e possono fare enormi guadagni che tutti noi dobbiamo pagare con gli aumenti della bolletta della luce.

Le energie rinnovabili non devono essere usate per distruggere il territorio italiano e per far arricchire i già troppo ricchi.

Prima che l’intero sistema crolli e travolga i cittadini onesti bisogna immediatamente eliminare i certificati verdi e gli incentivi a eolico e fotovoltaico a terra. Incentiviamo i cittadini, non gli speculatori.

10 SETTEMBRE 2011 - SEPINO (CB)
Raduno dei comitati ed associazioni aderenti al Comitato Nazionale contro Fotovoltaico ed Eolico nelle Aree Verdi in preparazione della manifestazione nazionale indetta a Roma per il giorno 8 ottobre
N. B. Per quanti intendano arrivare in Molise il venerdì 9 settembre, è possibile prenotarsi entro il 28 agosto. Questo il programma:

VENERDÌ 9 SETTEMBRE (N.B. FACOLTATIVO PER COLORO CHE PROVENGONO DA FUORI REGIONE) 
-ore 19,00: ritrovo a Castropignano (CB) presso l’Hotel Palma Costa Gioiosa (vedi sito web:www.hotelpalmacostagioiosa.it/)
-ore 20,00: saluto dei rappresentanti della “Rete molisana contro l’eolico selvaggio ed il fotovoltaico piano” e cena
Costi: - cena del venerdì sera; pernottamento in camera doppia; prima colazione del sabato mattina = € 35,00;
- cena del venerdì sera; pernottamento in camera singola; prima colazione del sabato mattina = € 40,00

SABATO 10 SETTEMBRE 
-ore 8,30 : colazione e trasferimento a Sepino
-ore 9,30: Raduno e Convegno a Sepino paese per la “Organizzazione della manifestazione nazionale dell’8 ottobre a Roma”. Luogo di confluenza: Sepino (CB), Piazza Nerazio Prisco
-ore 12,00: visita all’Area archeologica di Saepinum-Altilia
-ore 13,30: pranzo (facoltativo) a base di prodotti tipici locali presso un vicino agriturismo 

Info: - http://comitatonazionalecontrofotovoltaicoeolico.wordpress.com/;

Comitato Nazionale del Paesaggio – Sez. Molise: Gianluigi Ciamarra 339.5660159;

COMITATO NAZIONALE CONTRO FOTOVOLTAICO ED EOLICO NELLE AREE VERDI
COMUNICATO
il COMITATO NAZIONALE CONTRO FOTOVOLTAICO ED EOLICO NELLE AREE VERDI, recentemente costituitosi sulla pagina di Facebook - ed al quale siete stati invitati ad aderire - intende promuovere una manifestazione a carattere nazionale per il prossimo mese di ottobre (probabilmente l’8 ottobre) a Roma (preceduta da una riunione organizzativa che, come si dirà di seguito, verrà tenuta a Sepino il giorno 10 settembre). Una manifestazione, quindi, contro l’eolico selvaggio e industriale e fotovoltaico piano, il cui proliferare sui nostri crinali e nelle nostre campagne rappresenta un grave attentato al paesaggio italiano e all’ambiente in generale. 
Pur essendo il Comitato in questione - assieme agli altri comitati ed associazioni che, numerosi, condividono l’iniziativa - favorevole allo sviluppo di fonti energetiche rinnovabili, ritiene tuttavia che l’utilizzo di tali fonti vada regolamentato nel rispetto della norme (art. 9 comma 2 della Costituzione e Convenzione Europea del Paesaggio) che tutelano il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione. 
In previsione della manifestazione di Roma, si è pensato di riunire tutte le Associazioni, Gruppi e Comitati che sono iscritti come membri del COMITATO NAZIONALE CONTRO FOTOVOLTAICO ED EOLICO NELLE AREE VERDI per un incontro preliminare finalizzato ad una capillare organizzazione in vista di tale evento. Incontro da tenersi con i presidenti e/o rappresentanti dei singoli comitati ed associazioni di alcune regioni italiane, il 10 settembre p.v. a Sepino (Molise), il cui parco archeologico è al centro di una annosa vicenda giudiziaria riguardante la installazione di 16 pale eoliche dell’altezza di 140 mt. nelle vicinanze di tale area e ben visibili da essa.
Nell’invitarVi di iscrivervi, se ancora non lo avete fatto, al Gruppo presente su Facebook, Vi invitiamo, altresì, a partecipare, con uno o più vostri rappresentanti, a questo importante raduno del 10 settembre che getterà le basi per una ragionata e incisiva forma di protesta, idonea a far riflettere coloro che dovranno a breve assumere decisioni sullo sviluppo energetico nazionale, sulla necessità di preservare l’ambiente dal dilagante utilizzo di quelle fonti rinnovabili che violentano e cancellano un patrimonio di cui l’Italia va fiera: il paesaggio.
Vi alleghiamo il programma, con preghiera di comunicarci entro il giorno 31 agosto, agli indirizzi indicati nella locandina, la vostra eventuale adesione (ed il relativo numero di persone).
Certi che vorrete contribuire alla riuscita della iniziativa, ed in attesa, quindi, di conoscerci personalmente, si porgono cordiali saluti.
Gianluigi Ciamarra 

Comitato Nazionale del Paesaggio – Sezione del Molise 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...