Asìa di Napoli. Sodano ha denunciato proprio tutto nel libro "La peste" ?

28.08.2011 18:53

Lavajet (in subappalto per Asìa) non raccoglie i rifiuti!!!
La questione dei rifiuti a Napoli è molto complessa perché strettamente connessa con la camorra che non è solo quella dei morti ammazzati per strada ma sopratutto quella dei colletti bianchi che siedono alle poltrone delle varie amministrazioni, in primis nel cda e nei settori dirigenziali di Asìa.
L'uomo che fa la differenza in questa storiaccia sarebbe Tommaso Sodano, neo vicesindaco e assessore all'Ambiente che conosce per filo e per segno la situazione. Ha denunciato - dicono - i nomi e cognomi dei responsabili dello scempio napoletano nel suo libro La Peste e ora se li ritrova di fronte in qualità di interlocutori nella risoluzione del problema rifiuti.
Ma ha denunciato proprio tutto ?
Nuovi tasselli sulla camorra e l'organizzazione massomafiosa di Asìa emergono da un'inchiesta avviata da comuni cittadini (http://www.openjournalist.com/altro/segnalazioni/asia-di-napoli-una-denuncia-ed­-un-appello-alla-magistratura-si-sequestrino-i-registri-di-rifornimento-carburan­te-di-asia/) i quali in risposta, non solo sono esposti alle ritorsioni legali di chi paradossalmente ed in un'ottica deformante stravede lesa la propria reputazione ed onorabilità (per es. il direttore del personale Carlo Lupoli) ma rischiano la vita e l'incolumità personale perchè la camorra intimidisce ed uccide (http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/napoli/notizie/cronaca/2011/12-gennai­o-2011/ponticelli-dipendente-asia-ucciso-coltellate-pianerottolo-casa-1812399760­28.shtml) e di certo non possono avvalersi della scorta come è accaduto per l'ex senatore Sodano.
Chi ha realizzato il video (http://www.youtube.com/watch?v=7ohAuSemGus) pensa che si tratti di una semplice guerra tra il Comune di Napoli e la Lavajet (azienda di raccolta in subappalto di Asìa) di proprietà di un responsabile PDL di Savona.
Non è così e, sarebbe minimizzante ridurre la questione ed il pericolo per chi documenta illegalità conclamate ed apparenti stranezze, all'intento del sindaco De Magistris di eliminare le due ditte private Lavajet ed Enerambiente che curano lo spazzamento e la raccolta dei rifiuti in una parte della città di Napoli , le quali dal primo gennaio 2012 dovranno essere rimpiazzate dall'Asia che dovrà coprire l'intero territorio cittadino.
In ballo non c'è solo neppure la vittoria della differenziata Porta a Porta contro chi (la lobby inceneritorista dei cancrovalorizzatori ) a livello nazionale vuole buche e forni dove smaltire rifiuti locali e quelli industriali nazionali...
In ballo c'è tutto il sistema massomafioso della municipalizzata Asìa, lo sperpero dei soldi pubblici, la corruzione, il magna magna, le assunzioni clientelari, il coinvolgimento dei vertici aziendali della municipalizzata partenopea.
E' un caso se nonostante la nomina di Raphael Rossi, torinese e "testimone di giustizia", come direttore generale, i lavoratori dell'Asìa - spesso e volentieri vessati da sanzioni disciplinari illegittime e sospensioni dalla retribuzione, finalizzate a vulnerarli nel più elementare e sacrosanto diritto allo scopo di ottenerne l'omertoso silenzio - chiedono l'azzeramento di tutto il consiglio di amministrazione dell' Asìa di Napoli ?
E le inchieste in corso non hanno appurato il coinvolgimento dei vertici aziendali nei peggiori scandali ?
Il signor Sodano ha detto proprio tutto nel suo libro "La peste" ?

O occorre scriverne altri capitoli ? 

Vedi anche:

Cittadini che denunciano e documentano in pericolo.

Chi controlla l'Asìa di Napoli?


youtu.be/ntPC6_MsAkA

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...